Italia da incubo, addio anche ai Mondiali in Qatar

Trajkovski al 92’ beffa gli azzurri. Mancini: ‘La mia più grande delusione’.

24.03.2022 23:31

Serata da incubo per l’Italia eliminata anche dal Mondiale in Qatar. Dopo Russia 2018, altra amarezza per gli azzurri, che dominano ma non riescono a sfruttare le palle gol create, soprattutto con Berardi. A Palermo passa la Macedonia del Nord con un gol beffa di Trajkovski al 92': in finale affronterà il Portogallo che ha superato la Turchia (3-1) a Oporto.

MANCINI: “È LA DELUSIONE PIÙ GRANDE“ - "Credo che come a luglio scorso e' stata la cosa piu' bella che ho avuto a livello professionale, questa e' la piu' grande delusione. Il calcio e' cosi', succedono delle cose incredibili ma e' successo". Lo ha detto Roberto Mancini, ct della Nazionale, commentando a RaiSport la clamorosa eliminazione dell'Italia dal Mondiale. "Abbiamo fatto di tutto per vincere, ma certe partite sono cosi'. All'Europeo e' stata una vittoria meritata, poi da li' c'e' stata tanta sfortuna. Ma e' inutile, quando si perde bisogna anche sapere soffrire. Il gruppo lo abbiamo dominato, bastava un rigore e saremmo stati al Mondiale", ha aggiunto.

MILEVSKI (CT MACEDONIA): “BATTUTO ITALIA ALL’ITALIANA” - "Abbiamo vinto all'italiana contro gli italiani, un gol con due tiri. Sono contentissimo per questa vittoria, sono orgoglioso per questi ragazzi. Tutte le energie da domani saranno sul Portogallo - ha detto in conferenza stampa - L'Italia è una grande squadra e con grandi giocatori ma noi abbiamo fatto una grande partita".

VERRATTI: “È UN INCUBO” - dura, e' una delusione grande. Una partita che abbiamo dominato, che avevamo l'obbligo di vincere. Bisognava fare gol, chiuderla subito perche' eravamo superiori. Ma il calcio e' cosi', prendere gol a due minuti dalla fine e' stato l'incubo piu' grande". Lo ha detto Marco Verratti, centrocampista della Nazionale, commentando la clamorosa eliminazione dell'Italia dai Mondiali. "Ci e' mancato l'ultimo passaggio, in queste partite bisogna essere cinici e spietati. La delusione e' veramente tanta. Siamo tutti molto tristi, perche' per la squadra che abbiamo avevamo tutte le carte in regola per giocarci il Mondiale. Invece stiamo parlando di questo disastro", ha aggiunto. "Rimarro' sempre fiero dei miei compagni, tutti hanno dato il massimo, ma stasera non e' bastato. C'e' anche un po' di sfiga, ma la fortuna si cerca e oggi non e' venuta dalla nostra parte", ha concluso Verratti.

JORGINHO: “DISPIACERE EMORME, DA NON CREDERE” - difficile spiegare, trovare le risposte. Fa tanto male, e' un dispiacere enorme. Sono ancora incredulo". Cosi' Jorginho, centrocampista della Nazionale, commenta la clamorosa eliminazione dai Mondiali di calcio in Qatar. "Abbiamo sempre creato tanto, dominando le partite ma questa e' la realta'. La colpa non e' di nessuno. Abbiamo espresso un bel calcio, vinto un Europeo, ma in queste ultime partite abbiamo commesso piccoli errori che hanno fatto la differenza", ha aggiunto. "I due rigori falliti a settembre? Dobbiamo guardare la realta', anche io sono responsabile. Quando ci penso ancora mi fa male, credo lo faro' per tutta la vita. Sbagliare due volte, non riuscire ad aiutare il tuo paese, e' una cosa che ti porti dentro", ha concluso Jorginho.

CHIELLINI: “SIAMO DISTRUTTI” - “È difficile da spiegare, c'e' grande delusione. Abbiamo fatto una buona partita ma ci e' mancato il gol. Non siamo stati presuntuosi, ci e' mancato qualcosa, abbiamo fatto degli errori da settembre fino ad oggi e li abbiamo pagati". Lo ha detto Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale, commentando la sconfitta contro la Macedonia del Nord che e' costata la qualificazione ai Mondiali. "Sono orgoglioso dei miei compagni, siamo tutti distrutti e affranti ma dobbiamo ripartire. Adesso e' anche difficile commentare, rimarra' un grande vuoto che spero possa ridarci una grande energia. Mi auguro che il mister rimanga, perche' imprescindibile per questa nazionale. Ora dobbiamo ritornare a vincere, andare agli Europei e tra 4 anni tornare a questo benedetto Mondiale", ha aggiunto. "La mia ultima partita in Nazionale? Non e' il momento di parlare di queste cose", ha concluso Chiellini.

ITALIA-MACEDONIA DEL NORD 0-1

RETI: 92' Trajkovski.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Mancini (89' Chiellini), Bastoni, Emerson; Barella (77' Tonali), Jorginho, Verratti; Berardi (89' Joao Pedro), Immobile (77' Pellegrini), Insigne (64' Raspadori). Ct Mancini.

MACEDONIA DEL NORD (4-4-2): Dimitrievski; S. Ristovski, Velkovski (86' Ristevski), Musliu, Alioski; Churlinov, Bardi, Ademi (59' Spirovski), Nikolov (59' Askovski); Trajkovski, M. Ristovski (71' Miovski). Ct. Milevski.

Ammoniti: Velkovski.

Proteggi la tua auto/moto 🚕 🏍 e risparmia fino al 65%
Gravina: ‘Non mi dimetto, ma la Nazionale è un fastidio per i club’