CRONACA

USB: ‘ArcelorMittal deve andare via da Taranto’

Presidio di 24 ore davanti alla direzione dello stabilimento siderurgico

Comunicato stampa
22.05.2020 11:56


È iniziato alle 7.00, come previsto, il presidio organizzato dall'Unione Sindacale di base dinanzi alla direzione dello stabilimento siderurgico di Taranto. Circa 150 lavoratori stanno manifestando nei confronti della gestione di ArcelorMittal. "La multinazionale - afferma il coordinatore Francesco Rizzo - deve andare via da Taranto, non si vede il futuro dei lavoratori". Nel comunicato che annuncia la protesta si legge che non sarebbero stati rispettati i criteri di selezione per scegliere il personale. Non ci sarebbe stata l'assunzione dei lavoratori prevista nell’accordo (10.700). Usb denuncia inoltre l'azzeramento delle relazioni sindacali. Infine si fa riferimento ai lavoratori in Cigo "Fermando - scrive l'Usb, quasi totalmente l’aria a freddo dello stabilimento e mettendo così a rischio la sicurezza degli impianti". Per oggi pertanto USB ha proclamato uno sciopero di 24 ore con presidio dei lavoratori di AM, APPALTO E ILVA IN AS davanti la direzione Arcelor a partire dalle 7.

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
ArcelorMittal: Sit in dei sindacati alla prefettura di Taranto