Il Gruppo Ferretti ha deciso di investire a Taranto

Turco (M5S): ‘Altra iniziativa fortemente voluta dal Governo Conte si è realizzata’

CRONACA
16.07.2021 01:55

Il Gruppo Ferretti, leader nella costruzione e nella vendita di imbarcazioni di lusso, ha scelto di investire a Taranto grazie al progetto di riqualificazione dello yard ex Belleli istituito e finanziato  nel CIS Taranto dal Governo Conte II. Nel progetto di bonifica dell’area portuale interessata, così come si era detto, troveranno impiego anche i 130 lavoratori ex Infrataras/Isola Verde. «L’ingresso del Gruppo Ferretti nel panorama imprenditoriale di Taranto, è una conferma del grande lavoro svolto dal Governo Conte II, in sinergia con la Regione Puglia. Nonostante l’emergenza pandemica siamo riusciti ad attrarre importanti risorse finanziarie pubbliche e soprattutto private per la rinascita economica della città di Taranto. L’attività del colosso della nautica favorirà ulteriori filiere produttive e creerà nuovo lavoro, con oltre 200 unità lavorative dirette.» Lo afferma il Senatore Mario Turco, ex coordinatore del CIS Taranto e già Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alla programmazione economica nel Governo Conte II. «Il progetto permetterà di bonificare una vasta area di territorio costiero, favorendo un importante insediamento industriale che creerà lavoro e filiere produttive. Questo binomio bonifica-insediamento produttivo rappresenta un’importante innovazione introdotta nei Contratti Istituzionali di Sviluppo e, soprattutto, per l’area di Taranto. L’iter amministrativo e progettuale iniziato ad aprile dell’anno 2020 si è finalmente concluso in tempi rapidissimi grazie al lavoro sinergico compiuto nei mesi scorsi a livello governativo e territoriale. Adesso, Taranto potrà guardare al futuro sapendo di poter puntare su un settore strategico che è quello della nautica.» Turco prosegue: «Oltre alle centinaia di lavoratori che saranno assunti dal Gruppo Ferretti per lo svolgimento della nuova attività in partenza a Taranto, sono salvi anche i 130 ex dipendenti Infrataras/Isola Verde, attualmente fruitori del trattamento di disoccupazione Naspi e a tutela dei quali soltanto alcuni giorni fa ho depositato un’interrogazione parlamentare. Grazie al sostegno finanziario messo a disposizione anche dalla Regione Puglia, il loro lavoro sarà fondamentale per i servizi ambientali nell’area di Taranto“. Conclude il Senatore: «Dopo l’accordo siglato a Taranto lo scorso 8 ottobre in occasione della riunione del Tavolo Istituzionale Permanente (TIP), alla presenza dell’ex Presidente Giuseppe Conte, oggi è finalmente finito l’iter di sottoscrizione dell’accordo di programma, con la firma dell’Amministratore Delegato del Gruppo Ferretti, Avv. Alberto Galassi, alla presenza del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Ci tengo a ringraziare il Presidente Michele Emiliano, insieme a tutto il Gruppo Ferretti, in particolare l’Amministratore Delegato, avv. Alberto Galassi, e l'Autorità Portuale di Taranto, nella persona del Presidente Sergio Prete, per la grande sinergia dimostrata in questo lungo percorso, nell’interesse esclusivo della Puglia, di Taranto e dei tarantini”. (CS)

Risparmia su assicurazione auto/moto 🚗💰🛵🏍 con Assicurazioni Lilla
Taranto: Festeggia matrimonio con fuochi d'artificio fuori chiesa, denunciato