Taranto: Ctp, accordo raggiunto per buoni pasto e aumenti

CRONACA
04.03.2022 23:41

Il referendum del 1° marzo 2022, nell’azienda CTP spa di Taranto, sancisce la volontà dei dipendenti di aderire al Premio di Risultato 2022-2024. Infatti più dell’80% dei votanti, 182 su 201, ha espresso il voto favorevole all’accordo sottoscritto da FILT-CGIL, FIT-CISL e UIL trasporti.

L’accordo di II° livello, firmato da Filt-Cgil, Fit - Cisl e UIL trasporti il 21 febbraio scorso, da il giusto riconoscimento alle aspettative dei dipendenti.

L’accordo mira a migliorare l’efficienza, la qualità e la produttività di un’azienda che vuole uscire da un lungo periodo emergenziale che ha messo in ginocchio l’intero Paese ed in particolare il trasporto pubblico locale.

I dipendenti riceveranno un sostanziale aumento della retribuzione, buono pasto maggiorato a 8 euro e un’indennità di verifica di 4 euro giornaliere, a fronte di una maggiore attenzione al servizio, ai mezzi e alla soddisfazione della clientela trasportata.

Un accordo, realizzato da Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil trasporti, frutto di lunghi mesi di trattative, faticosamente raggiunto nonostante le reticenze e le incertezze legate alla situazione contingente, ma propedeutico a dare una svolta ad un nuovo corso aziendale che traguardi risultati economici e di qualità importanti e di rilievo.

Nella lunga e difficile trattativa auspicavamo un accordo congiunto per producesse un risultato per il bene dei lavoratori, unendo le forze della rappresentanza, ma purtroppo in dirittura d’arrivo una delle quattro sigle sindacali presenti in azienda, pur avendo condiviso la stesura dell’accordo, per qualche dubbio amletico ha preferito abbandonare la trattativa.

È auspicabile che le parti coinvolte debbano svolgere il proprio compito in azienda, il sindacato esercita il suo ruolo, a cui deontologicamente è preposto, al management Aziendale il proprio, seguendo i dettami giuridici istituzionali.

I Segretari Generali Francesco Zotti Filt-Cgil, Vito Squicciarini Fit-Cisl e Carmelo Sasso Uil trasporti si augurano che l’accordo siglato in CTP rappresenti un viatico per spronare anche l’azienda AMAT S.p.A. a siglare un accordo che risulterebbe davvero storico dopo anni di rinvio, proroghe, disdette e riprese che fanno male ai lavoratori e all’azienda.

Il CTP guarda AVANTI, con nuove prospettive rispetto alla gestione e il futuro del TPL nella Provincia di Taranto.

Le segreterie aziendali

FILT CGIL

FIT CISL

UIL TRASPORTI

F. Zotti

V. Squicciarini

C. Sasso

Proteggi la tua auto/moto 🚕 🏍 e risparmia fino al 65%
Taranto: La raccolta differenziata arriva in altre zone della città