Taranto: Ventunenne ucciso per aver difeso il suo fratellastro

CRONACA
29.06.2021 22:11

Alessio Serra, il 21enne ucciso a Taranto nella tarda serata di lunedì 28 giugno con un colpo di pistola al petto, sarebbe stato ammazzato per aver difeso il suo fratellastro. Per l’omicidio è stato fermato Antonio Bleve, pregiudicato di 33 anni. Dalle indagini è emerso che il movente potrebbe essere passionale: pare che il fratellastro di Alessio Serra avesse instaurato una relazione con l'ex compagna di Bleve, il quale non voleva rassegnarsi. Così, si sarebbe presentato in via Capecelatro per affrontare il rivale in amore: tirata fuori la pistola, il fratellastro si sarebbe nascosto dietro un’auto parcheggiata, mentre Alessio Serra ha fronteggiato Bleve nel tentativo di disarmarlo. Nella colluttazione sono stati esplosi 5 colpi di pistola, uno dei quali ha ferito mortalmente Serra, morto poco dopo all’ospedale SS Annunziata. Ora Bleve dovrà rispondere di omicidio volontario, tentato omicidio e possesso e di porto abusivo di pistola clandestina.

Commenti

Risparmia sulla tua assicurazione auto/moto 🚗💰🛵🏍 con Magna Grecia Broker
Taranto: La ‘visione turistica’ dell’amministrazione Melucci