TARANTO

Taranto: Probabile formazione, Panarelli rispolvera Matute?

Con Favetta in dubbio, scalpita anche Leo Guaita. Senza Stefano D’Agostino sembra sicuro il cambio del modulo

06.12.2019 18:04


L'assenza per squalifica (2 giornate) di Stefano D'Agostino potrebbe costringere Gigi Panarelli a modificare l'impianto tattico nella gara casalinga con la Nocerina di sabato 7 dicembre (ore 14.30). Il 4231 potrebbe lasciare spazio al 433 con il rispolvero di Kelvin Matute, che ha smaltito del tutto la contrattura rimediata nella trasferta di Francavilla in Sinni. 

REBUS FAVETTA Oltre alla squalifica di D'Agostino, Panarelli deve fare i conti anche con le non perfette condizioni fisiche di Ciro Favetta, in forte dubbio per un risentimento tendineo che gli ha impedito di prendere parte all'inconsueta rifinitura del venerdì mattina. Per questo, il tecnico rossoblu deciderà gli undici da schierare solo all'ultimo momento.

IPOTESI FORMAZIONE 1 Qualora Favetta non dovesse farcela, oltre a Matute potrebbe essere rispolverato anche Leo Guaita dal primo minuto. Davanti a Sposito, cerniera difensiva a quatto con Pelliccia, Luigi Manzo, Allegrini e Ferrara; Cuccurullo, Matute e Stefano Manzo sulla mediana, Oggiano, Croce e Genchi a comporre il tridente offensivo.

IPOTESI FORMAZIONE 2 Nel caso in cui Favetta se la sentisse di scendere in campo, cambierebbe solo il tridente: Favetta stesso agirebbe da centrale con Genchi largo a sinistra.

IPOTESI 352 In caso di forfait di Favetta, non è da escludere un possibile 352: Sposito in porta; Benvenga, Luigi Manzo e Allegrini centrali; Pelliccia, Cuccurullo, Matute, Stefano Manzo e Ferrara in mezzo al campo con Genchi e Oggiano attaccanti.

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Il calcio in una foto