Promozione

Grottaglie: Pagelle post Manfredonia, Turco il migliore, solo tanta confusione in avanti

Michele Trani
05.11.2019 17:00


GROTTAGLIE

Costantino 6: Incolpevole sul vantaggio sipontino, per il resto vive un pomeriggio tranquillo nonostante il valore dell'avversario.

D’Ambrosio 5,5: Ha contro un avversario del valore di Albrizio. Non ne esce con le ossa rotta anche se è dalle sue parti che il Manfredonia costruisce le occasioni più pericolose.​

Turco 7(il migliore): Giganteggia al centro della retroguardia annullando Trotta.

De Giorgi 6,5: Partita attenta, ma condita da tanti errori in fase di impostazione.

Venneri 5,5: Difende con  ordine, ma rinuncia quasi completamente ad appoggiare l'azione in fase offensiva.

28's.t. Raimondo 5,5: Finale di volontà, ma senza grosso costrutto.

Fonzino 6: Buona prima frazione sia in fase propositiva che in quella di non possesso. Cala alla distanza.

Lotito  6: Tanto lavoro sporco in mezzo al campo. Meno qualità in fase di costruzione della manovra.

12's.t. Cecere 5: Entra per garantire maggiore pericolosità alla prima linea biancazzurra, ma non la vede quasi mai.

Gigantiello 5,5: Si dà un gran da fare sulla corsia, ma manca di precisione negli ultimi sedici metri.

12's.t. Comes 5,5: Impatto non positivissimo con la gara. Non trova la posizione giusta per incidere e finisce preda del pressing avversario.

Napolitano 6: Spostato nel ruolo di mezzala cerca di dare qualità alla manovra. Qualche lampo ed una discreta prova in fase di non possesso gli valgono la sufficienza. 

Margarito 6: Buona gara sia a livello offensivo che difensivo. Serve però maggior freddezza in avanti per incidere in maniera importante sul risultato finale

Morelli 5,5: Si dà un gran da fare cercando di allungare la squadra con continui scatti. Si perde spesso e volentieri al momento decisivo vanificando quanto di buono era riuscito a costruire.

All. Paradisi 6: Passa al 4-3-3 senza snaturare la sua idea di calcio anche contro la capolista Manfredonia. Resta l'atteggiamento positivo anche se il risultato non lo premia a dovere. A lui il difficile compito di inventarsi qualcosa per sopperire alla mancanza di qualità negli ultimi sedici metri.

MANFREDONIA

Morgillo: 7

Basta: 6

De Filippo: 6,5

Telera: 6,5

Dinoia: 6

Grumo: 6,5

8's.t. Mastropasqua: 6

Laboragine: 6,5

Cicerelli: 6,5

Roberto: 6

40's.t. Peres: s.v.

Albrizio: 7

Trotta: 5,5

42's.t. Santoro: s.v.

All. Agnelli: 6

Grottaglie: Margarito: 'Una sconfitta che brucia per il gioco che abbiamo espresso'
F1: Alfa Romeo conferma Antonio Giovinazzi anche per il 2020