Scontri Brindisi-Taranto: condannati tre tifosi tarantini

Brindisi-Taranto (foto Massimo Todaro)
TARANTO
06.06.2024 08:36

Il Giudice di Brindisi ha emesso una sentenza nei confronti di tre tifosi di Taranto coinvolti negli incidenti seguiti alla partita tra Brindisi e Taranto, disputata lo scorso 24 marzo allo stadio Fanuzzi.

I tifosi, assistiti dagli avvocati Andrea Maggi e Claudio Petrone, sono stati processati mediante rito abbreviato. Due degli imputati, di 49 e 43 anni, hanno ricevuto una condanna di un anno, convertita in multa, mentre il terzo, di 30 anni, è stato condannato a un anno e un mese con pena sospesa.

I tre erano già stati precedentemente sottoposti a Daspo per otto anni e all'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per quattro anni, misure imposte dal Questore della città adriatica, Giampietro Lionetti.

Gli incidenti si sono verificati nel dopo partita, quando un gruppo di auto con a bordo facinorosi ha raggiunto l’incrocio tra la statale 379 e la statale 7, dove si era verificato il lancio di fumogeni e bombe carta.

Successivamente, durante un controllo in una stazione di servizio, nel bagagliaio dell'auto dei tre imputati, gli agenti della Digos hanno trovato sei bombe carta, una mazza da baseball, un tubo in PVC, una chiave inglese e un sasso potenzialmente pericoloso. Questo ha portato all'arresto in flagranza di reato dei tre, già soggetti a Daspo. In seguito, il Gip di Brindisi ha sostituito l'arresto domiciliare con un divieto di dimora, ora revocato.

Prima edizione della ‘Corri Conversano’: ufficializzato il percorso
Taranto: fucina di talenti nel poker sportivo