CRONACA

Taranto: Cisl, ‘Accolto ricorso su regolamento Polizia Locale’

Comunicato stampa
07.10.2020 10:46


L'Amministrazione comunale di Taranto dall’inizio del suo insediamento ha sempre manifestato una certa riluttanza a rapportarsi con determinate OO.SS., riottose, evidentemente, ad assecondare attività datoriali quantomeno discutibili. Si registra, peraltro, che le varie sigle sindacali, ad esclusione della CGIL e la R.S.U., hanno serbato un imbarazzante silenzio e consegnato ai lavoratori un'immagine di sindacato debole, incapace di tutelare i propri iscritti.  Tanto si evince se si esamina l'accertata condotta antisindacale riscontrata dal  Tribunale con particolare riferimento alle seguenti materie: l’articolazione dell’orario di lavoro; la gestione della flessibilità oraria in entrata ed uscita al fine di conseguire una maggiore conciliazione tra vita lavorativa e vita privata; criteri per l’attribuzione dei premi correlati alla performance; l’esenzione dai turni notturni; la contrattazione sulle 35 ore. Si rammenta che questa OSS ha sempre manifestato la volontà’ di discutere di tali tematiche in maniera peraltro costruttiva, scontrandosi tuttavia con una Amministrazione sorda, capace esclusivamente di porre in essere forzature meritevoli, da un lato di una denuncia-querela e, dall'altra, di una domanda di giustizia in sede civile, sub specie alla sezione Lavoro, la quale non ha mancato di rimarcare la totale inutilità (rilevatasi all'esito della disamina giudiziale peraltro controproducente per la stessa Amministrazione) della delegazione trattante del 6 novembre 2019 nella quale la Parte Pubblica espressamente dichiarava: “La parte pubblica si impegna a trasmettere il calendario degli incontri per definire il regolamento della polizia locale e del CCDI2019/2021...". Calendario degli incontri, è appena il caso di rimarcarlo, MAI PARTECIPATO! Il giorno 30 settembre u.s. si è tenuta l’udienza presso il Tribunale di Taranto-Sezione Lavoro che ha accolto il ricorso sulla ANTI SINDACALITA’ della condotta posta in essere dal Comune di Taranto ORDINANDO la cessazione del suddetto comportamento illegittimo e la rimozione degli effetti, mediante invio alle OO.SS. – entro il termine di giorni trenta- di una nuova convocazione di delegazione trattante al fine di proseguire l’iter previsto dall’art. 7 CCNL. (CISL Taranto-BRINDISI, Claudio CAPOBIANCO)

EccPuglia: Toma Maglie, arriva un mediano argentino
Webinar: ‘Estrazione dei Talenti - l’impresa si fa in Puglia’