Taranto: Concorso ‘Bacalov’, vince Andrea Marras

Sabato sera la finale della Competizione internazionale di composizione

Foto Aurelio Castellaneta/Orchestra Magna Grecia
Cultura, musica e spettacolo
23.05.2021 14:50

Concorso internazionale di Composizione “Luis Bacalov”, vince Andrea Marras. Sabato sera al Teatro Comunale Fusco, è stato eletto il primo vincitore della competizione, con l’assegnazione di altri premi riservati ad opere di alto livello dirette dal maestro Nicola Colafelice, con la direzione di produzione affidata al maestro Giuseppe Salatino. Premio Luis Bacalov, dunque, assegnato dalla giuria tecnica a “Novecento” ad Andrea Marras (Cagliari); secondo posto a “Idillio del tango”, a Stefano Zavattoni (Foligno, Perugia); terzo, “Tango long ago”, a Francis Griffin, compositrice giunta dall’Australia (partecipanti arrivati anche da Giappone e Argentina). Gli altri due premi, a conferma della bellezza delle opere selezionate, sono andati agli stessi Marras (Premio Orchestra della Magna Grecia) e Zavattoni (Premio del pubblico). Annunciato e rinviato a causa della pandemia, il Concorso dedicato al Direttore principale dell’Orchestra Magna Grecia per circa dodici anni, Luis Bacalov, e che mira alla valorizzazione della creatività dei compositori provenienti da varie estrazioni culturali, ha avuto il suo straordinario epilogo. CENTO OPERE, SEI FINALISTE Più di un centinaio le opere iscritte alla competizione e poste all’attenzione di una giuria tecnicacomposta dai Maestri e Direttori d’orchestra Piero Romano, Valter Sivilotti, Maurizio Lomartire, Vito Liturri ed Emir Krantja. Sabato sera, fra gli altri, in giuria Daniel Bacalov (in collegamento) e la compositrice Silvia Colasanti. Presidente della Giuria popolare, il vicesindaco e assessore alla Cultura, Fabiano Marti. «Oltre ogni aspettativa il contenuto delle opere – ha dichiarato il maestro Giuseppe Salatino, Direttore di produzione del premio “Luis Bacalov” – che hanno avuto l’approvazione di un pubblico attento e competente, ma anche dei giurati, a dimostrazione che l’idea di dedicare un premio di al grande compositore italo-argentino, è stata accolta positivamente dal mondo contemporaneo legato alla produzione compositiva». Siglato lo scorso luglio dal sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci e dal direttore artistico dell’Orchestra della Magna Grecia, Piero Romano, il Concorso rappresenta l’occasione per lanciare nuovi compositori nel panorama musicale internazionale e un tributo al grande Luis Bacalov, direttore principale dell’Orchestra della Magna Grecia, dal 2005 al 2017 (anno della sua scomparsa). DOPO IL TANGO, LA COLONNA SONORA «L’entusiasmo è stato tale – ha ripreso Salatino, direttore di produzione – che in occasione della serata finale è stato annunciato il tema della prossima edizione: la Colonna sonora; importante la collaborazione con Apulia Film Commission che fornirà cortometraggi che faranno parte del Bando ufficiale previsto per il 2022». Il Concorso internazionale di Composizione è stato organizzato dall’Orchestra della Magna Grecia, dal Comune di Taranto, dal Teatro Comunale Fusco e dall’Associazione musicale e culturale “Luis Bacalov”, in collaborazione con Programma Sviluppo, Fondazione Puglia, Regione Puglia, Ministero della Cultura, Agis e Siae. L’evento si è svolto in presenza del pubblico. Sei, si diceva, con altrettante opere i finalisti selezionati: Francis Griffin (Australia), Tokunaga Hiroaki (Giappone), Mariano Speranza (Argentina), Mario Gagliani (Latiano, Brindisi), Stefano Zavattoni (Foligno, Perugia) e Andrea Marras (Cagliari). Premio “Luis Bacalov”, Premio del pubblico e Premio “Magna Grecia” i riconoscimenti assegnati ai partecipanti. (CS)

Commenti

Taranto-Team Altamura 1-0: Analisi e commenti con ‘A tempo scaduto’ - Video
D/H: Casarano crolla in casa ed è fuori dai playoff