Promozione

Grottaglie: Ko anche a Canosa, la classifica comincia a preoccupare

Pugliese e Patruno abbattono i biancazzurri. Inutile il momentaneo pari di Fonzino

Michele Trani
27.10.2019 18:01


Il Grottaglie non riesce a svoltare in trasferta e cede di misura al Canosa. In terra barese De Filippi conferma l’undici che ha battuto sette giorni fa il Borgorosso Molfetta con l’unica eccezione di Fonzino che, al rientro dalla squalifica, si riprende il posto da titolare in mezzo al campo. Partono forte i padroni di casa, subito alla ricerca del vantaggio. Il Grottaglie tiene il campo, ma non riesce a rendersi particolarmente pericoloso nella metà campo avversaria. Alla mezz’ora la prima svolta della gara: un’ingenuità di Venneri è punita con un calcio di rigore dall’arbitro. Dagli undici metri si presenta Pugliese che fa 1-0 Canosa. I biancazzurri, storditi, subiscono l’iniziativa dei locali che però non trovano la via del raddoppio. De Filippi cambia subito nell’intervallo: fuori Venneri e Turco, dentro D’Ambrosio e Cecere per un Grottaglie a trazione anteriore con l’ex Castellaneta, Gigantiello e Morelli contemporaneamente in campo. I frutti della mossa offensiva non tardano ad arrivare perché, a metà ripresa, Fonzino raccoglie un pallone sporco in area e fulmina l’estremo di casa mandando in visibilio i tifosi accorsi dalla Città delle Ceramiche. Neanche il tempo di esultare però per i sostenitori grottagliesi che, cinque minuti più tardi, il Canosa ristabilisce le distanze con Patruno, bravo a battere Costantino ed a finalizzare una punizione battuta velocemente. Il Grottaglie prova nuovamente a rimettere le cose a posto, ma l’assalto finale è infruttuoso e per i biancazzurri arriva un’altra pesantissima sconfitta che riduce al lumicino il margine di vantaggio sulla zona a rischio. Ed il calendario non aiuta visto che adesso i tarantini saranno chiamati all’impresa nei prossimi duedifficilissimi match contro Manfredonia (compagine a punteggio pieno insieme alla Sly) e Real Siti (squadra in piena lotta play-off).

Taranto: D’Agostino, ‘Non ho da togliermi nessuna spina’
Volley B/M: Un Martina decimato cede a una ambiziosa Folgore Massa