Tennis: Tsitsipas Vs Sinner, un messaggio per le nuove generazioni!

TENNIS
24.04.2021 18:06

(Di Fabio Dal Cin) ATP Barcellona 2021: si è da poco conclusa la sfida che ha visto il greco Stefanos Tsitsipas (n.5 del mondo) e il nostro Jannik Sinner (oggi virtualmente n.18) competere per un posto in finale sulla terra rossa del prestigioso torneo. I precedenti parlavano di equilibrio, 1-1 con entrambi gli incontri disputati sul rosso del Foro Italico, a Roma. A conquistarsi il diritto di accesso alla fase conclusiva del torneo è stato il greco con un duplice 6-3 6-3. Nel corso del torneo Jannik, ricordiamolo, ha superato il bielorusso Egor Gerasimov, lo spagnolo Roberto Bautista Agut, n.11 del ranking e quinta testa di serie, e nei quarti il russo Andrey Rublev, n.7 ATP e terza testa di serie. Decisa (senza perdere un set) la marcia del giovane greco - classe 1998 e recente vincitore del 1000 di Montecarlo - in questo torneo: ha sconfitto in sequenza Jaume Munar e Alex de Minaur, Felix Auger-Aliassime ed oggi, appunto, Sinner. Tuttavia, questo match, non fornisce solo elementi di cronaca sportiva, è anche e soprattutto il racconto dei sacrifici e della determinazione di due giovanissimi e della loro scalata verso le elitarie stanze riservate agli dèi del tennis. Queisacrifici che pagano, che consentono di raggiungere la vetta, di superare l’espressione (giustificazione), a volte (im)propria di questi tempi, del “non ce la faccio” è “troppo difficile”. Se da una parte, Riccardo Piatti, allenatore di Sinner, ha dichiarato che chi gioca a tennis non può parlare di sacrifici, dall’altra ha anche ammesso che rinunciare così giovani alla famiglia, agli amici, alle comodità della routine, alle sicurezze del proprio habitat, per essere sempre in viaggio con “il mandato” di raggiungere risultati è la parte più dura, per nulla scontata, per questi tennisti. L’emblema di questa determinazione è la foto (diventata virale), scattata dopo la vittoria del torneo di Montecarlo, dell’abbraccio tra Stefanos e il padre: l’espressione dei loro volti racconta gli ostacoli, i litigi, le rinunce, e finalmente traguardo! Il sacrificio, paga…sempre. Buon tennis!

Commenti

Taranto: Uomo gambizzato in via Dante, arrestato presunto autore
Futsal A2/M: Bernalda, vittoria a Bovalino e storico traguardo playoff