Calcio Varie

Corea del Sud: Bambole gonfiabili al posto dei tifosi

Trovata non piaciuta ai sostenitori del FC Seul, club che poi si è scusato

18.05.2020 22:50


In tempo di calcio a porte chiuse, c'è anche chi ha un pochino esagerato. Al punto da doversi scusare poi per quanto accaduto. E' il FC Seul, squadra del campionato sudcoreano, ripreso dopo lo stop per coronavirus, che sugli spalti ha piazzato delle bambole gonfiabili in occasione della partita giocata con il Gwangju, poi vinta 1-0.  Una mossa che ha scatenato molte polemiche, come riportata la BBC. "Siamo sinceramente dispiaciuti per aver messo i nostri tifosi a disagio - ha provato a giustificarsi la società in un comunicato - Ci siamo assicurati sin dall'inizio che queste bambole non avessero collegamenti con dei sex toys". Molti di questi oggetti gonfiabili, prevalentemente femminili, dotate di maschera protettiva e disposte secondo le regole del distanziamento sociale, però indossavano una t-shirt con il marchio di un fabbricante di articoli erotici e altre reggevano dei cartelli pubblicizzanti la stessa azienda e i suoi prodotti. Scivolone o grossolana trovata pubblicitaria? Non è chiaro, in ogni caso in questo modo il club della capitale sudcoreana ha attirato le attenzioni di tutto il mondo su di sé. E magari tracciato pure una strada da percorrere anche in altre realtà in cerca di nuovi potenziali sponsor...

 

Coronavirus: Figc, attività sportiva sospesa fino al 14 giugno
Taranto: S. Manzo, ‘Riforma campionati non si farà’