Basket B/F: Ad Maiora Taranto, Roberta Di Gregorio ‘Esordio coi fiocchi’

BASKET
19.04.2021 20:13

(Di Ilaria Petruzzi) Roberta Di Gregorio, tra le migliori in campo della sfida contro Cercola, descrive le emozioni del ritorno a Taranto. Per lei tanti anni lontana da casa. Le ultime stagioni trascorse in terra molisana, per la precisione a Campobasso. Roberta è tra i nomi delle giocatrici che hanno fatto la storia del club Magnolia Campobasso e, non solo, della regione più in generale. Nessuna squadra aveva mai agguantato la promozione in A1. Adesso è un nuovo tassello del puzzle Ad Maiora, sempre più definito e più deciso a terminare al meglio questa stagione, nonostante le complicazioni per la pandemia. Intanto, la casacca numero 6 ieri ha messo a referto 13 punti nel suo esordio con la maglia rossoblued è vogliosa di continuare a fare bene anche nelle prossime partite. Che sensazioni hai provato nell’indossare nuovamente una maglia rossoblu? “Forse ho avuto più ansia per questa partita che per tutte le altre. Tornare a casa non è mai facile. Dovevo dimostrare di essere una giocatrice a tutti gli effetti visto che loro si ricordavano ancora della giovane del Cras. Quindi ero veramente carica di adrenalina, anche perché venivo da un anno e qualche mese di stop per la pandemia. Non sapevo fisicamente come avrei reagito, avendo solo due allenamenti sulle spalle con la squadra. È stata comunque un’ansia positiva, vogliosa di dimostrare“. Il tuo tabellino recita 13 punti. Quindi quest’ansia ha favorito una buona partita? “Per ogni giocatore o giocatrice l’ansia termina quando l’arbitro lancia la palla a due. In quell’istante si blocca tutto e si pensa solo alla partita. Quando sono entrata in campo ho pensato solo a mettermi al servizio della squadra. Mi è piaciuto tanto come ci siamo cercate. Inoltre, ho visto che il tabellino portava moltepersone in doppia cifra, il che vuol dire che la palla è girata bene nonostante avessimo fatto solo tre allenamenti insieme. Ci siamo piaciute tanto sul campo, al di là del nostro valore o del valore di Cercola che sono ragazze U16 molto promettenti, con due o tre talenti importanti“. Com’è stato l’inserimento nel gruppo? Dall’esordio che abbiamo potuto vedere è sembrato già tutto perfettamente collaudato… “Esatto, sembrava che giocassimo insieme almeno da qualche mese e non da pochi giorni. Loro sono una squadra abbastanza collaudata perché la parte forte c’era già dall’anno scorso. Penso che quando ti porti dietro un gruppo e lo fai crescere nel corso degli anni fare dei piccoli inserimenti sia molto più facile. Ho trovato delle ragazze splendide, veramente simpatiche. Anche quando ho segnato erano tutte molto contente. È andata bene. Credo che siamo tutti entusiasti, a partire da Fabio (ndr Fabio Palagiano) che è stato quasi il mio primo coach. Anche per i miei genitori è stato emozionante vedermi di nuovo con Fabio perché è sembrato che il tempo non fosse passato“. Che caratteristiche tecniche contraddistinguono Roberta Di Gregorio? “Mi definisco una giocatrice più offensiva che difensiva e penso che si sia visto anche ieri. Mi piace tirare da tre, soprattutto in transizione perché mi sento molto in ritmo. Me la cavo sia a penetrare che a tirare da dietro l’arco dei 6,75 metri. In due parole sono: mancina e offensiva”.

Commenti

Basket B/F: Ad Maiora Taranto, Palagiano ‘Con Cercola tanto lavoro di squadra’
Serie D/H: Flop della 27a Giornata