Cultura, musica e spettacolo

Rivoluzione ozono per debellare il Covid e non solo

Comunicato stampa
02.08.2020 22:52


Già prima del manifestarsi della pandemia da coronavirus le grandi potenzialità dell’ossigeno ozono nella cura di una vasta gamma di patologie erano note al mondo scientifico, nonostante la pratica della ozonoterapia fosse poco diffusa e una parte dell’ambiente accademico nutrisse pregiudizi e scetticismo. Ma con l’esplodere dell’epidemia, e il suo tragico corollario di malati e di vittime, la spinta dell’emergenza medica ha fatto sì che l’ossigeno ozono terapia venisse adottata in quindici ospedali da un capo all’altro della penisola applicando il protocollo indicato dalla SIOOT (Società Scientifica di Ossigeno Ozono Terapia). E i risultati sono andati al di là delle aspettative. Lo studio del Covid-19 ha stimolato una grande discussione su come agisce l’ozono nei confronti dei virus. Le capacità dell’ozono di disattivare il coronavirus e di riparare i danni causati al microcircolo si sono rivelate sorprendenti, al punto di stupire gli stessi fautori della ozonoterapia. Insieme alla conoscenza e alla diffusione dell’ossigeno ozono terapia come pratica medica innovativa, è stato possibile avanzare nella ricerca scientifica e nelle proposte di cura delle persone positive al coronavirus o affette da altre patologie. Inoltre l’uso dell’ozono ha permesso di sviluppare programmi di sanificazione che possono offrire un ulteriore contributo nella prevenzione dei focolai epidemici. La situazione è tale che ormai si può parlare di una vera e propria “rivoluzione ozono”: un avanzamento nella conoscenza e nell’applicazione di pratiche mediche che ridurranno il dolore, cureranno e salveranno la vita a moltissime persone e renderanno l’ambiente più salubre e vitale. La storia di come l’ossigeno ozono è stato utilizzato per curare e salvare la vita a persone infettate dal Covid-19 la trovi nel libro “Ozono: una cura per la vita”. Nel libro, insieme ai progressi della scienza, sono riportate le storie di medici e pazienti che hanno vissuto in prima linea questa autentica battaglia per la vita. Storie commoventi dove il male ha mietuto tantissime vittime, ma dove, al tempo stesso, il bene si è rinnovato e rafforzato ogni giorno fino a conseguire, in molti casi, la vittoria sulla malattia. Per saperne di più, vai al link: https://www.amazon.it/dp/B08DC3ZBZH (Antonio Gaspari, direttore Orbisphera)

Coronavirus: Italo cancella treni e biglietti di 8mila passeggeri
Figc Puglia: Calasso, ‘Con Destratis per dare slancio a futsal pugliese’