Calcio Varie

Addio Maradona: Scontri a Buenos Aires tra tifosi e Polizia

27.11.2020 03:18


In migliaia si sono riversati nella storica Plaza de Mayo a Buenos Aires che "ospita" la Casa Rosada, il palazzo presidenziale della Repubblica Argentina, ma gravi incidenti hanno reso ancora più doloroso l'addio a Diego Armando Maradona. Alcuni tifosi hanno infatti cercato di entrare nella Casa Rosada in maniera incontrollata e la situazione creatasi anche all'interno ha obbligato l'intervento delle forze dell'ordine. La polizia è stata attaccata con pietre e bastoni da piccoli gruppi di tifosi e gli agenti hanno risposto con l'uso di idranti e di lacrimogeni. Secondo quanto riferito dai media argentini, ci sarebbero feriti e arresti. L'account ufficiale di Casa Rosada ha interrotto la diretta non mostrando piu' le immagini dall'interno dell'edificio. Il corteo funebre è poi passato per la Avenida de 9 Julio, in modo da consentire ad una folla oceanica di rendere omaggio alla salma, che è stata trasportata al cimitero di di Bella Vista, lo stesso dove si trovano sua madre e suo padre (Doña Tota, morta nel 2011 e don Diego, deceduto nel 2015). Il ministro degli Interni argentino Wado de Pedro ha contestato la repressione da parte della polizia. Rivolgendosi su Twitter al governatore di Buenos Aires Horacio Rodríguez Larreta e al suo vice Diego Santilli, de Pedro ha chiesto loro di ''metter fine a questa follia portata avanti dalla polizia municipale. Questo messaggio popolare non può terminare con una repressione e con le cariche per disperdere chi è venuto per Maradona''.

Taranto: Montervino, ‘Casarano corazzata, ma noi...’ - Video
Casarano-Taranto: Arbitra Giorgio Di Cicco di Lanciano