1a Categoria

1a Categoria: Grottaglie senza freni, 9 reti alla Cedas Brindisi

Al D’Amuri De Tommaso (tripletta) guida i biancazzurri al successo. Doppiette per Galeandro, Napolitano e Carbone

Michele Trani
14.10.2018 19:47

Il Grottaglie cala il poker e prosegue il suo percorso immacolato in campionato. Al D’Amuri, altro match senza storia con i biancazzurri di Marinelli che si sbarazzano senza grossi problemi dellaCedas Avio Brindisi. Finisce 9-1 al termine di una gara dominata in lungo ed in largo con i tarantini che non hanno mai messo seriamente in discussione i tre punti. Guidati da un De Tommaso in stato di grazia (da 9 in pagella), i biancazzurri hanno maramaldeggiato sul povero avversario allargando il divario fino al 9-1 finale. Eppure non era nata sotto i migliori auspici la gara con Marinelli costretto a fare di necessità-virtù per via dell’assenza dell’under Leggieri, tra i migliori in questo avvio di stagione. Il trainer grottagliese opta allora per l’esclusione di Costantino, finora imbattuto, a favore di Strusicon l’obiettivo di non modificare l’impianto delle prime uscite stagionali. Pisano si prende i galloni da titolare al posto dell’acciaccato Leggieri completando la retroguardia con Appeso, Amaddio e Lecce. Mediana di qualità con Collocolo diga centrale corroborato ai lati da Fonzino e Napolitano mentre, in avanti, sono i soliti De Tommaso e Carbone ad affiancare bomber Galeandro. Formazione abbottonata per la Cedas di Marangio che rafforza il centrocampo lasciando il solo Manta in avanti. Solo Grottaglie in campo sin dall’avvio. Al secondo minuto la prima emozione a taccuino con la verticalizzazione di Collocolo per Carbone che elude bene il fuorigioco, ma si lascia recuperare proprio sul più bello da Palma. Al decimo punizione velenosa di De Tommaso: Russo respinge corto, ma nessuno ne approfitta a due metri dalla linea bianca. Al diciottesimo clamorosa occasione sciupata da Fonzino che, partito in posizione regolare, elude l’off-side della difesa adriatica su lancio di Pisano, ma conclude malamente a lato tutto solo davanti all’estremo brindisino. De Tommaso decide allora di mettersi in proprio al minuto venti: “maledetta” da distanza siderale con la palla che si abbassa all’improvviso rendendo vano il tentativo di parata di Russo. I bambini si stropicciano gli occhi mentre scroscianti arrivano gli applausi dalla tribuna. Per il trequartista ex Martina, finora sempre a segno, si tratta della quinta marcatura stagionale. Ancora De Tommaso al 35’: resiste al rientro di Palma e calcia verso la porta costringendo agli straordinari Russo. Il numero dieci biancazzurro sale in cattedra in occasione del terzo angolo della gara bevendosi Maggio prima di pennellare sul secondo palo verso Amaddio che, in spaccata, non trova la porta. Azione da manuale per il Grottaglie al minuto 40’: Galeandro allarga per Napolitano che, di prima intenzione, imbecca a centro area ancora De Tommaso. Il numero dieci prova a chiudere in bellezza la triangolazione con una sforbiciata che si spegne di poco sopra la trasversale. La Cedas prova allora ad impensierire Strusi direttamente dalla bandierina, ma l’estremo biancazzurro fa buona guardia. Finale ancora di marca grottagliese con Carbone che filtra per Galeandro, bravo a proteggere il pallone, meno nella successiva conclusione. Il raddoppio è ormai nell’aria ed arriva allo scadere della prima frazione su calcio di rigore concesso dal sig. Albione della sezione di Lecce per un fallo in area commesso ai danni di Carbone. Dagli undici metri Galeandro è implacabile e fa 2-0 mettendo in ghiaccio i tre punti. Ibiancazzurri si fanno però sorprendere in avvio di ripresa da Manta che buca la disattenta retroguardia di casa e supera Strusi senza difficoltà. Per il Grottaglie si tratta del primo gol incassato in stagione. Non c’è però praticamente neanche il tempo per esultare per la Cedas che un sontuoso De Tommaso imbecca sul secondo palo il liberissimo Napolitano. Controllo e tiro imparabile per il numero otto biancazzurro che riporta a distanza di sicurezza il punteggio. Lo stesso Napolitano concede il bis due minuti più tardi saltando due uomini prima di spedire la sfera in fondo al sacco. Il centrocampista di Marinelli sfiora addirittura il tris su imbeccata di Galeandro, ma il suo colpo di testa è impreciso e non inquadra lo specchio. Grottaglie scatenato e Cedas alle corde così tocca a Galeandro impreziosire  il bottino personale su cross di un ottimo Carbone. Al 24’, invece, è De Tommaso a regalarsi la personale doppietta sfruttando al meglio un’amnesia della difesa adriatica. La Cedas Brindisi resta anche in dieci per via del rosso comminato ai danni di Lepera, reo di un intervento da tergo ai danni di Carbone.MRusso evita che il passivo diventi ancora più pesante esibendosi in due belle parate su Napolitano e Carbone, ma nulla può al 34’ quando è De Tommaso a sfruttare al meglio un assist al bacio di Carbone. Lo stesso numero undici decide di prendersi la scena nel finale realizzando una doppietta. Finisce 9-1 con il Grottaglie che vola a quota 12 in classifica staccando il Sava, incapace di andare oltre l’1-1 contro il Polimnia. Prossimo impegno domenica sul campo del Latiano, in mezzo il derby di Coppa contro il San Giorgio.

GROTTAGLIE-CEDAS AVIO BRINDISI 9-1

RETI: 20’ p.t., 24’ s.t., 35’s.t. De Tommaso, 45’p.t. e 18’s.t. Galeandro, 3’s.t. Manta, 7’s.t. e 9’ s.t. Napolitano,  36’s.t. e 41’s.t. Carbone

GROTTAGLIE (4-3-3): Strusi; Appeso, Lecce, Amaddio, Pisano (dal 32’s.t. Halì); Fonzino, Collocolo (dal 24’s.t. Sanarica), Napolitano (dal 35’s.t. Greco); De Tommaso (dal 37’s.t. Zito), Galeandro (dal 26’s.t. Gigantiello), Carbone. Panchina: Costantino, Lavermicocca, Masella, Cantoro.all. Marinelli

CEDAS AVIO BRINDISI (4-5-1): Russo; Maggio, Palma (dal 19’s.t. Lepera), Cataldi, Pisani Andrea (dal 13’s.t. Manisco Matteo); Quaranta, Zanzariello, Suti (dal 3’ s.t. Corvetto), Maggio (dal 3’s.t. Venera), Marinaro; Manta. Panchina: Diop, Pisani Samuele, Manisco Davide, Perrino, Rollo, Lepera. all. Marangio

ARBITRO: Albione di Lecce.

AMMONITI: Zanzariello (BR)

ESPULSI: Lepera (BR) per gioco falloso al 29’s.t.

NOTE: ANGOLI: 9-1. RECUPERO: 2’-. spettatori 500, terreno in discrete condizioni

Taranto: Panarelli, ‘Siamo stati bravi ad avere pazienza’
2a Categoria/B: Risultati 2a Giornata, in tre a punteggio pieno