Motori: Faggioli (Norma) lancia la sfida alla Fasano-Selva

Il migliore davanti a Degasperi (Osella) nelle prove ufficiali.

ALTRI SPORT
10.04.2022 00:21

Si fa subito sul serio alla 63. Coppa Selva di Fasano.
L’avvertimento è lanciato: Simone Faggioli, che mancava a Fasano dall’ultima vittoria ottenuta nel 2015, ha centrato il miglior tempo in prova, salendo con la sua Norma M20 FC - Zytek 3000 in 2:11.26, al meglio dei due turni effettuati oggi, in avvio della 63. Coppa Selva di Fasano. Il fiorentino (nella foto sopra, ripreso allo scatto in partenza) ha espresso il valore della sua intera squadra, visto che il trentino Diego Degasperi (Osella FA30 – Zytek), suo compagno di team, ha staccato un secondo tempo di tutto valore, a 2”96 dal leader di classifica. Inizia con queste prestazioni un’edizione della Fasano-Selva dai toni spettacolari, che in questo fine settimana apre il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna, prima delle 13 tappe di stagione. La manifestazione si è avviata stamattina con l’arrivo del bresciano Ezio Baribbi, pluricampione della specialità e testimonial dell’evento, in attesa che giunga l’ex pilota di F.1 Giancarlo Fisichella.

 

Fisichella, Baribbi e tanti VIP sul percorso della Selva.
Per gli appassionati del Motorsport sono loro, Fisichella e Baribbi, i nomi di richiamo nel weekend fasanese. Quest’ultimo avrà subito il ruolo di apripista, salendo sul percorso prima del via di Gara 1, previsto domani alle ore 9:00. Giancarlo Fisichella, già in Formula 1 su Benetton e attualmente tra i più forti al mondo in classe Le Mans GTE, dove corre su Ferrari, arriverà a Fasano domani mattina, per aprire il percorso di Gara 2 nel pomeriggio. Sono già tutti sul tracciato i VIP di spettacolo, sport e politica, invitati dalla presidente dell’organizzazione della Egnathia Corse, Laura De Mola: tutti nuovamente coinvolti, al volante delle Volkswagen Lupo Cup per correre la Fasano-Selva in classifica riservata. Tra questi, nelle prove odierne, il miglior tempo di Jimmy Ghione ha messo tutti in riga, prestazione prevedibile dai suoi diretti avversari dati i trascorsi al volante del giornalista di Striscia la Notizia (nella foto sopra, felice dopo la sua prestazione). Un altro esperto del volante, il Consigliere Regionale Fabiano Amati, ha ottenuto la seconda prestazione, davanti al chirurgo Lello Di Bari. Domani sarà tempo per migliorare per la showgirl Francesca Brambilla, il pallavolista Gigi Mastrangelo, il conduttore televisivo Savino Zaba, l’attore Kaspar Capparoni, il cantante di Martina Franca Renzo Rubino, il campione del mondo di karate Stefano Maniscalco e il musicista Raffaello Tullo, classificati a seguire.

 

Una gara per campioni.Simone Faggioli è particolarmente affezionato alla gara alla Selva, dove conquistò la prima vittoria di una carriera ricca di titoli italiani ed europei. Sul nuovo percorso con tre chicane, attivo dallo scorso anno, il fiorentino ha abbassato oggi il riferimento di ben 6”44, rispetto al tempo segnato nel 2021 dal salernitano Sebastiano Castellano, allora su Osella PA 2000-Honda. Si tratta certo di motorizzazioni ben diverse, ma è importante segnalare come, in questa nuova pagina di storia della gara, i piloti vogliano lasciare il segno anche nel libro dei record. Ci proveranno domani anche il siracusano Luigi Fazzino (Osella PA2000 Turbo), il lucano Achille Lombardi (Osella PA2000-Honda) e il pilota di Comiso Franco Caruso (Norma M20 FC), classificatisi oggi alle spalle di Faggioli e Degasperi. Il vincitore 2021 Castellano (Osella PA21-JRB) è stato il migliore tra i Prototipi di classe E2SC, mentre tra le GT si apre la sfida tra Ferrari e Lamborghini: il foggiano Lucio Peruggini (Ferrari 488) ha ottenuto il miglior tempo, davanti al fasanese Ivan Pezzolla (sopra, le vetture di entrambi mentre si preparano a partire) e al cosentino Rosario Iaquinta (entrambi su Lamborghini Huracàn). Spettacolare l’Alfa Romeo 4C-Zytek del il teramano Marco Gramenzi, la più veloce nella categoria E2SH, davanti all’altrettanto vistosa Lancia Delta Evo del bolognese Fulvio Giuliani e alla Smart Roadster di Riccardo Ruggieri. Tra le tante, raffinatissime bicilindriche, ha prevalso infine il locale Oronzo Montanaro su Fiat 500 Giannini.

Per assistere alla Fasano-Selva.
Si attende l’abituale afflusso di spettatori, sul percorso che parte dalla SS 172 “Dei Trulli” e si inoltra lungo la SP 2 fino a Selva di Fasano, all’arrivo di viale Toledo. Per raggiungere la Selva durante la gara è utilizzabile Strada delle Giritoie, che parte all’altezza dello Zoosafari. Le manche di gara previste, con classifica finale per somma di tempi, saranno riprese in diretta dalle telecamere di Aci Sport e diffuse da ACI Sport TV (canali 228 Sky e 402 Digitale Terrestre), oltre che dai canali social del Campionato.

Proteggi la tua auto/moto 🚕 🏍 e risparmia fino al 65%
Virtus Francavilla: Taurino, ‘Monterosi mina vagante’ (Video)