CRONACA

Taranto: Caso mascherine, interviene anche Cisl FP Taranto Brindisi

Comunicato stampa
10.11.2020 14:56


In questi giorni si è sviluppata una controversia tra politici dell'Amministrazione comunale in merito alla accertata rilevazione di un soggetto esterno all'Amministrazione che ha contratto il Covid. Questa Organizzazione Sindacale non intende entrare nelle diatribe politiche, ma ha il dovere di salvaguardare l'incolumità dei dipendenti e delle loro famiglie. La reazione avuta dall’assessore al Patrimonio ci sembra esagerata e superficiale, poiché il soggetto in questione anche se non alle dirette dipendenze del Civico Ente, tuttavia sicuramente si rapporta con il personale del Comune di Taranto non fosse altro per la dislocazione e la sistemazione dell'entrata e uscita dagli uffici comunali di via Plinio; pertanto le dichiarazioni circa la l'impossibilità di entrata in contatto con i dipendenti comunali nell’ambito della stessa Direzione e piano è del tutto destituita di fondamento. Nell'ottica di esclusiva tutela dei dipendenti CHIEDIAMO di fornire delucidazioni in ordine alla sanificazione delle strutture comunali che al contrario non vengono interessate da circa tre mesi (per altro appare quantomeno opportuno in questo momento storico procedere ad una sanificazione e non igienizzazione con cadenza quindicinale – operazione da svolgersi nella giornata di chiusura del sabato); la distribuzione in plico chiuso da 15/30 mascherine a ogni singolo dipendente; di conoscere le motivazioni per le quali i dipendenti delle Direzioni interessate non sono stati messi in isolamento fiduciario, come accaduto, di contro, al personale della ditta Arca; di conoscere le motivazioni per le quali i responsabili RLS non stati informati in tempo reale al momento della notizia. Ricordiamo a tutti che questa mattina e’ stato chiuso un asilo nido e , sembra, anche la Direzione Pubblica Istruzione. Infine questa OOSS invita a una sereno confronto l'assessore Viggiano poiché a leggere le dichiarazioni rilasciate su noto social, la stessa pare preoccuparsi principalmente di diffusione di allarmismi, abusi privacy e discredito dell'Ente in luogo della doverosa e, questa sì, prioritaria chiusura degli uffici pubblici per tutelare il fondamentale diritto alla salute di tutti. Questa OOSS suggerisce inoltre l'utilizzo massiccio dello smart working onde prevenire l'insorgenza di situazioni di contagio. Rimaniamo a disposizione di chiunque voglia confrontarsi con questa Organizzazione Sindacale per eventuali altri suggerimenti alla materia qui afferita.
 (CISL FP Taranto-BRINDISI, Claudio CAPOBIANCO)

Ust Taranto Brindisi: ‘Garantire diritto salute a tutti, non solo malati Covid’
Taranto: Italia in Comune, ‘Navi crociera opportunità sviluppo per città’