ALTRI SPORT

Ippica: Urlo di Poggio in edizione straordinaria al Paolo VI Taranto

Comunicato stampa
11.09.2020 11:01

Foto di Irene Matas Pery da Pixabay
La prova principale della riunione di giovedì 10 settembre vedeva di scena anziani di categoria C/D alle prese sul miglio. Smoke Di Piaggia e Zinfandel si dividevano il ruolo di favorito, ma ad emergere era Urlo Di Poggio con Carmen Gelo. Non che il figlio di Varenne della famiglia Bellanova fosse inferiore ai due favoriti, ma l'assenza dalle piste da giugno faceva propendere verso la prudenza nei suoi riguardi, considerando anche la qualità di Smoke e Zinfandel, che vantavano forma più rodata. La corsa: Al comando Scorpione Om che superava Tuono Delle Selve, mentre avanzavano Zindel e Smoke Di Piaggia dopo 600 metri. Insisteva Zinfandel che passava in vantaggio al chilometro, mentre dal fondo scattava con azione redditizia Urlo Di Poggio il quale superava tutti i rivali e si sistemava in scia al nuovo leader lungo l'arco della piegata conclusiva. In retta d'arrivo Urlo Di Poggio rimontava anche Zinfandel e si affermava nettamente, mentre Tuono Delle Selve faceva sua la terza moneta. Fuori quadro Smoke Di Piaggia, mai nel vivo della corsa. Il vincitore allenato da Cosimo Fiore siglava il clou a media di 1.13.2. Solito doppio di Gaetano Di Nardo, sempre per il team Squeglia/Bevilacqua, che apriva la serie dei vincitori di giornata in sulky al difficile ma potente Barman Ferm che, malgrado un'andatura ancora da migliorare, era lo stesso in grado di trottare da 1.14.9, abbandonandosi di galoppo aperto per almeno 500 metri dopo il traguardo. Il raddoppio, anche con un pizzico di fortuna viste le rotture altrui, arrivava con Cartoon Jet, che centrava il successo in 1.16.3 nei confronti di Cosimuss e Charlotte Op. Ritrovava la vittoria Ubique Par, con Enrico Somma, che si affermava nella corsa riservata ai gentleman agendo in costruzione e passando dopo un giro, per poi fare passerella in retta d'arrivo e concludendo in 1.15.3. Bel primo piano di Zoee Star, guidata ed allenata da Ivano Fierro, che spostava dalla terza posizione ai 400 finali piegando Uischy San e Vinella, completando il miglio a media di 1.14.4. Anche Va' Pensiero Gar ritornava al successo, nelle mani di Vincenzo Villani in categoria F. Una volta passato al comando dopo 400 metri, il figlio di Varenne la impostava sul ritmo selettivo togliendo ogni possibilità di inserimento agli avversari, tra i quali si metteva in mostra Zarda. Il doppio giro di pista veniva completato in un secco 1.15. Ennesimo successo di Bilo Jepson, con un sempre più convincente Marco De Vivo in sediolo, che dopo aver seguito la scatenata Birbantella Sheba, passava in vantaggio dopo 900 metri e vi restava sino alla fine trottando da 1.14.1. In chiusura di programma coast to coast di Aborigena, affidata da Daniele Esposito ad Antonio Convertini, la quale si portava al comando, gestiva per un giro e poi spara una chiusa in poco più di 41 che chiudeva la storia. Deludente il favoritissimo Amuleto Luis, che non riusciva mai ad agganciare la testa della corsa, sbagliando poi ai 500 finali. La figlia di Rotary Ok chiudeva in 1.13.7.

Sarah Scazzi: Avvocato Velletri prende distanze anche da nuove pubblicazioni
San Giorgio Jonico: Tentata rapina a portavalori