VOLLEY

Volley A2/M: Officine ortopediche Tombolini al fianco della Prisma Taranto

Comunicato stampa
11.09.2020 15:10


La Prisma Taranto, in occasione del prossimo campionato di Serie A2 Maschile Credem Banca, potrà contare sull’esperienza e la professionalità del dott.
 Giuseppe Tombolini, amministratore dell’azienda sanitaria “Officine Ortopediche Tombolini”, sito in via San Giovanni a San Giorgio Jonico. Le “Officine Ortopediche Tombolini” saranno il punto di riferimento per tutti gli atleti della squadra ionica: un connubio vincente che si rinnova, con la società del presidente Tonio Bongiovanni, a distanza di dieci anni. Già presidente nazionale di Antoi Ets, l’associazione nazionale tecnici ortopedici italiani che si occupa di ricerca scientifica delle tecniche ortopediche e docente a contratto presso l’Università degli Studi di Bari, il dott. Tombolini è risultato essere vincitore degli Orthopedic Awards 2018 in tema di ideazione e realizzazione di ortesi spinali, ed oggi è alla guida delle Officine Ortopediche Tombolini e sarà il responsabile dello staff medico-sanitario del club. «Io sono un ex atleta di Vincenzo Di Pinto: con lui ho giocato, alla fine degli anni ‘80, nel Mottola: ottenemmo insieme tre promozioni consecutive. Con il coach è nato un rapporto di amicizia e stima, che si è consolidato con il passare degli anni: quando arrivò a Taranto in A2, ai tempi della Magna Grecia Volley, mi chiamò subito per aiutarlo in questo suo percorso. Il mio lavoro ci ha portato a stringere una collaborazione proficua: quando alcuni giocatori avevano problemi di ortopedia, riuscivo ad aiutarlo nella risoluzione delle problematiche o, in alternativa, consigliavo dei nomi di medici prestigiosi provenienti dall’Università di Bari, dove ho dei rapporti professionali. A distanza di quindici anni dalla prima esperienza, mi ha ricontattato per riorganizzare il settore medico-sanitario. Sono molto contento di ricoprire questo ruolo: posso dare una mano concreta alla mia città sotto il profilo sportivo – afferma il dottor Giuseppe Tombolini-. Con la società c’è stata subito grande sintonia: il presidente Bongiovanni e lo stesso tecnico Di Pinto hanno intuito che la prevenzione, nei giocatori, porta sicuramente ad un grandissimo risultato di performance. Sono il coordinatore di uno staff che è composto da persone professionali e competenti, che si occuperanno di trattamenti precoci per prevenire eventuali infortuni ed interverranno nel momento in cui dovesse presentarsi un danno fisico ad un giocatore». Nel periodo del COVID, l’intera struttura medico-sanitaria ricopre un ruolo fondamentale nel club: «Lavoriamo per mantenere la minima diffusione del Coronavirus. Il sodalizio ionico si è mostrato molto sensibile sotto questo aspetto, attendendosi alle istruzioni della Regione Puglia e dell’ASL di Taranto, oltre al rispetto delle normative emanate dalla Federazione. Sono presenti anche dei Covid-Manager, che sono responsabili dei vari trattamenti preventivi, tra tamponi e test sierologici, a cui si sottopone tutto lo staff ed il gruppo squadra. Con la squadra, abbiamo svolto dei test clinico-funzionali, suddivisi in due parti: in primis, tutti gli atleti si sono sottoposti a delle prove sanitarie per valutare le loro totali condizioni fisiche. I ragazzi hanno sostenuto anche degli esami posturali, attraverso le nostre pedane elettroniche, che ci hanno fornito un quadro clinico ben preciso. Con l’analisi dei dati, il fisioterapista ed il preparatore atletico hanno valutato tutti i vari aspetti affinché possano essere migliorate le performance di ogni singolo giocatore».

Covid: 11 settembre, 82 nuovi casi in Puglia, 9 nel tarantino
Taranto: Mobilità, assessore Cataldino incontra studenti Liceo Aristosseno