CRONACA

Ginosa (TA): Il Cipe approva 20 km di condotta idrica attesa dal 2004

Il costo complessivo dell’intervento è di circa 32 milioni di euro

Comunicato stampa
18.03.2020 16:05


Giunge dal CIPE, il Comitato Interministeriale per la programmazione economica, la riapprovazione, con modifiche e prescrizioni, del progetto definitivo dell’intervento di “Ristrutturazione dell’adduttore idraulico S. Giuliano-Ginosa, II lotto”, già approvato e finanziato nel dicembre 2004, con conseguente dichiarazione di pubblica utilità e apposizione del vincolo preordinato all’esproprio. 
L’intervento prevede la ristrutturazione di circa 19 km di condotta idrica, in particolare il secondo tratto dell’adduttore principale (il primo tratto è stato già completato) da Masseria Castrignano a Masseria S. Marco e l’adduttore S. Marco-Venella – dichiara il Sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate, che ha partecipato alla riunione del CIPE – Le modifiche del progetto sono dovute alla proposta dell’impresa esecutrice dei lavori di ottimizzare il progetto facendo maggiormente ricorso al riutilizzo di gallerie e sifoni esistenti, con minori espropri. I ritardi nella realizzazione sono dovute a contenziosi, con impugnativa dell’esito della gara e sostituzione dell’assegnatario dopo sentenza del Consiglio di Stato”. "Esprimo soddisfazione per lo sblocco di questo importante investimento che interessa due territori come la Puglia e la Basilicata – commenta il Sindaco di Ginosa, Vito Parisi – Seguiremo l'evolversi dei lavori, auspicando che vengano portati a conclusione nel più breve tempo possibile”. Il costo complessivo dell’intervento è di circa 32 milioni di euro, importo immutato rispetto a quello previsto dalla Delibera CIPE n. 113/2004. Il relativo quadro economico, approvato dal Commissario, è stato rimodulato mantenendo invariato il costo complessivo dell’investimento, a seguito del ribasso offerto in sede di gara (2,5 milioni di euro circa) delle spese già sostenute, degli oneri derivanti dalle prescrizioni in sede di conferenza di servizi e dell’aumento dell’IVA dal 20% al 22%.

Coronavirus: Serie A, Gravina ‘Potrebbe anche finire a luglio’
#iorestoacasa WWF lancia ’Ecotips’, palinsesto culturale su natura e sostenibilità