ALTRI SPORT

Boxe: Dopo 4 mesi si torna sul ring con i pugni di Rossetti

Il professionista nato dalla Quero-Chiloiro Taranto sarà il primo a tornare in scena

Comunicato stampa
21.07.2020 19:26

Giovanni Rossetti
Dopo quattro mesi di stop forzato, il pugilato torna finalmente in scena e il pugile professionista nato dalla Quero-Chiloiro Giovanni Rossetti sarà il primo a cavalcare il ring, grazie all'iniziativa del suo procuratore Mario Loreni, che lo ha inserito nel primo grande appuntamento in programma con la noble art targato Boxe Loreni che si terrà venerdì 31 luglio al centro sportivo Rigamonti di Buffalora in provincia di Brescia. Si tratta di una serata inaugurale dopo il fermo dell'attività agonistica che si svolgerà a porte chiuse, e per la quale tutti i pugili, i secondi, gli arbitri e i giudici di gara seguiranno il protocollo sanitario ministeriale ed effettueranno test sierologici di prevenzione, per far sì che il pugilato possa ricominciare in totale sicurezza. In un'atmosfera di grande prestigio che vedrà in gara nomi di pugili importanti e affermati, potrà esibirsi il giovanissimo 'Nino', talento italo-cubano residente a Sava che ogni giorno perfeziona la tecnica e l'incisività, sue peculiari qualità, durante gli allenamenti in palestra con i maestri della Quero-Chiloiro. Un percorso di crescita, quello di Giovanni Rossetti, classe 2000, ancora diciannovenne, con 35 match all'attivo di cui 29 vinti (8 prima del limite) e 6 persi, che dopo l'oro ai campionati italiani assoluti élite 2019 nei 75 kg ha chiuso brillantemente la carriera dilettantistica per esordire nel mondo del professionismo con il primo match vincente del 15 febbraio 2020 contro il beneventano Giuseppe Rauseo, sconfitto nella manifestazione organizzata dalla Quero-Chiloiro al Palamazzola di Taranto in occasione del V trofeo “Magna Grecia”. Il peso medio tarantino, accompagnato all'angolo dal maestro Cataldo Quero, nella serata bresciana del 31 luglio affronterà una nuova sfida con un avversario anche questa volta più esperto di lui, il varesino Christian Bozzoni, il quale ha già incontrato nei suoi precedenti 34 match pugili di calibro come il campione europeo ucraino Vitalii Kopylenko, i campioni intercontinentali Dario Morello e Daniele Scardina; un pugile dal carattere solido, quindi, che vende cara la pelle sul ring, come conferma il maestro Quero, che ha già conosciuto l'avversario di Rossetti nel match del 2007 tra Bozzoni e l'ex pugile professionista della Quero- Chiloiro Michele Mottolese. Le sedici corde torneranno a vibrare anche a Taranto con la manifestazione in programma per l'8 agosto nella suggestiva cornice del Castello Aragonese, dove la Quero-Chiloiro, grazie alla preziosissima collaborazione e ospitalità della Marina Militare, in particolare dell'ammiraglio Salvatore Vitiello e del comandante Carmelo Licciardello, organizzerà il 19^trofeo “Città di Taranto”.

Giovani Cryos: Tripiedi, ‘I ragazzi rinunciano al mare pur di allenarsi’
Massafra: WWF Trulli e Gravine organizza il ‘WWFest 2020’