Cultura, musica e spettacolo

Di Taranto prima azienda in Puglia ad attivare dottorati executive a propri dipendenti

Iv.
02.09.2020 16:56


È tarantina la prima azienda che in Puglia ha attivato dottorati intersettoriali (executive) per i propri dipendenti, stipulando una convenzione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro - Dipartimento Jonico in Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture di Taranto. 
Sabanet, che aderisce al SabaNetwork (network di aziende e competenze trasversali per il settore B2B) è presente sul territorio da oltre 20 anni, investe sulle nuove tecnologie e, soprattutto, sui giovani. Oltre alla sede di Taranto (che è quella principale) ne conta altre 2: una a Roma e una a Milano. “Questo ci consente di presidiare il territorio nazionale – commenta Gianfranco Zizzo, CEO di Sabanet – e di confrontarci con altre realtà. Quella che abbiamo costruito è una squadra di sognatori che, oltre a vantare competenze importanti, si fa portavoce ogni giorno della mission aziendale: innovare e apportare valore aggiunto alle attività dei nostri clienti sfruttando le migliori tecnologie presenti sul mercato e le menti più illuminate". Quest'anno, per il 36° ciclo, Sabanet ha finanziato due borse di dottorato: una in Informatica dal titolo "Cybersecurity and blockchain application", finalizzata all'esplorazione di opportunità della blockchain in ambito sanitario e servizi del terziario; e una in Matematica applicata dal titolo "Algoritmi innovativi nei settori labour intensive", con l'obiettivo di progettare algoritmi per l'assegnazione e gestione dinamica delle risorse umane. Il progetto di ricerca in ''Management e Marketing'', dal titolo “Innovation, digital transformation and business strategies: exploring models and effects of changement in perception, attitudes, involvement of human behavior" è rivolto a comprendere le novità in termini di fattori d'accettazione della tecnologia da parte degli individui (sia clienti, che consumatori finali). “È un’opportunità formativa interessante che permette di crescere e che ti apre strade nel mondo della ricerca – aggiunge Andrea Sestino, dottorando e membro del team del SabaNetwork, nonché uno dei giovani sui quali l’azienda ha deciso di puntare nell’ambito della Ricerca e dello Sviluppo –; è interessante affrontare da un punto di vista scientifico i temi dirompenti con cui le società ad oggi si confrontano. Quando si parla di tecnologia e innovazione da inserire all’interno del processo aziendale è importante essere consapevoli di dove si sta andando e assumere il giusto atteggiamento mentale per affrontare il cambiamento”, conclude Sestino.

Coronavirus: 2 settembre, 68 nuovi casi in Puglia
Taranto: MediTa Festival, venerdì 4 settembre presentazione