Taranto: Shopping di Natale in città, soluzioni parcheggio per consumatori

Cultura, musica e spettacolo
24.11.2022 15:44

A grandi passi verso il lungo Natale dei tarantini. Taranto prova ad accendersi con le luci della festa, ergendo a simbolo della speranza e della volontà di reagire alla crisi, un grande e maestoso albero nel cuore del centro città. Con Santa Cecilia si entra nella festa, sottolineata dalle tante iniziative pubbliche e private che accompagnano gli oltre quaranta giorni del Natale tarantino. Un momento di leggerezza atteso dai cittadini, dalle famiglie e dalla comunità tutta, sotto pressione per la situazione internazionale, la crisi economica a livello nazionale e locale e per gli inevitabili risvolti sul piano sociale ed economico.

Il Natale rappresenta un’occasione per stemperare momentaneamente le tensioni che incidono sul clima sociale ed economico, nella attesa di un cambiamento reale e duraturo che riposizioni la curva economica. Le luci che in queste ore illuminano alcune vie della città sono una risposta a un bisogno diffuso della gente di novità e di positività, un invito a uscire, a relazionarsi, a riscoprire il piacere del passeggio e dello shopping.

Lasciarsi sedurre dai colori della festa senza per questo perdere contezza dell’attuale situazione economica che, pur richiedendo responsabilità, non deve essere rinuncia alla vita di relazioni. Sbaglia dunque chi critica, considerandole uno spreco, le luci che l’Amministrazione comunale ha voluto installare in alcune strade e piazze della città. Taranto al buio sarebbe stata inutilmente deprimente.

Taranto ha bisogno di vivere e scrollarsi di dosso la pesante atmosfera serale delle ultime settimane di autunno; è necessario che le vie del commercio tornino a popolarsi di gente, che i negozi accendano  le vetrine, che la gente faccia i propri acquisti nei negozi di vicinato della città.

Il Natale può essere l’occasione per i Tarantini per riappropriarsi degli spazi della città. Un incentivo importante per chi si muoverà in auto è rappresentato nel Borgo, l’area più critica per la carenza parcheggi, dalla apertura con orari prolungati, proprio come aveva ripetutamente chiesto Confcommercio, della Caserma Mezzacapo. Un’area strategica in grado di dare una risposta importante (circa 400 posti auto) per tutto il periodo delle festività, ai cittadini che non vorranno avvalersi del trasporto pubblico. Il parcheggio a Mezzacapo è gratuito e rimarrà aperto sino alle 24.00, con apertura alle ore 16.00 nei giorni feriali ed alle 9.00 nei festivi. Si ricorda che nel  Borgo insistono le altre aree parcheggio: Artiglieria, Oberdan, Pacoret, Principe Amedeo e prossimamente Stazione Torpediniere. Più fluida la situazione invece nelle altre zone commerciali dove è più facile trovare il posto auto, e dove sono disponibili comunque i parcheggi Icco per la zona di Cesare Battisti e Campania per Italia Montegranaro. (Comunicato stampa)

Venere/Adone: Sabato 26 novembre all’Auditorium TaTÀ di Taranto
Serie B: pronostici su chi vincerà l’edizione 2022/2023