Cultura, musica e spettacolo

Musica: Queen omaggiati con collezione ufficiale di francobolli britannici

Comunicato stampa
23.06.2020 15:25


A luglio la Royal Mail britannica emetterà una serie di 13 francobolli dedicata ai Queen, nel cinquantesimo anniversario dell'attività della band, che tenne il primo concerto con il nome Queen il 18 lugio del 1970: un onore precedentemente toccato ai Beatles, nel 2007, e ai Pink Floyd, nel 2016.
 I francobolli raffigureranno otto copertine di album, quattro immagini dei Queen dal vivo e una foto di gruppo ufficiale, e saranno in vendita dal 9 luglio. Le copertine immortalate sui francobolli saranno quelle di ‘Queen II’, ‘Sheer Heart Attack’, ‘A Night at the Opera’, ‘News of the World’, ‘The Game’, ‘Greatest Hits’, ‘The Works’ e ‘Innuendo’. L'uscita include una serie di 13 francobolli speciali che celebrano uno dei gruppi più influenti e di successo di tutti i tempi, con oltre 300 milioni di vendite discografiche in cinque decenni. I francobolli ufficiali del Regno Unito presentano illustrazioni di alcune delle copertine degli album più popolari della band e una selezione di rare immagini di spettacoli dal vivo. Il set completo di francobolli è disponibile in uno speciale Pacchetto di Presentazione, disponibile per l'acquisto in tutto il mondo.

Roger Taylor ha commentato: "Wow, dei francobolli con i nostri album! Che onore. Ora facciamo davvero parte dell'arredamento! Grazie Royal Mail per averci bollato! Siamo molto riconoscenti".

Brian May ha dichiarato: "È difficile esprimere a parole ciò che sento guardando questi splendidi francobolli. Da quando 50 anni fa abbiamo iniziato la nostra avventura come quattro ragazzi precoci, le nostre vite sono state dedicate a realizzare il nostro sogno impossibile. A volte è strano svegliarsi e renderci conto della posizione in cui siamo ora - siamo diventati un'istituzione nazionale! E niente lo dimostra più di questo incredibile tributo ricevuto da Royal Mail. È particolarmente toccante guardare questa raccolta di immagini ora - ora che siamo tutti in un mondo dominato da un coronavirus, in cui nulla di tutto ciò sarebbe potuto accadere. So solo che provo un desiderio fortissimo di avere uno di questi set! E questo sarà anche un modo per convincermi che tutto ciò è davvero accaduto!".

Taranto: I reperti del MArTA abbelliscono le strade della città
Eccellenza: Classifica cristallizzata, Corato presenterà ricorso