Cultura, musica e spettacolo

Grottaglie: Stagione teatrale 2019/20, doppio appuntamento al Monticello

Comunicato stampa
17.01.2020 18:18


A Grottaglie, domani 18 sabato e domenica 19 gennaio (20.30) doppio appuntamento per la Stagione teatrale 2019_20 della Città di Grottaglie - dell’Assessorato alla Cultura in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese al Teatro dei Padri Gesuiti Monticello. 

Sabato alle 20.30, La Bottega degli Apocrifi porterà sul palcoscenico Uccelli, da Aristofane, riscrittura di Cosimo Severo e Stefania Marrone. In scena con la compagnia La Bottega degli Apocrifi e bambini di scuole primarie e ragazzi di scuole secondarie di primo e secondo grado di Grottaglie che per una settimana hanno partecipato al laboratorio teatrale con la compagnia al Monticello. Un esercito collettivo di libertà, uno spettacolo che vede insieme attori e musicisti professionisti, bambini, ragazzi, cittadini….Una commedia del 414 prima di Cristo perché a pensare a due uomini che denunciano le leggi della loro città perché corrotta, e se ne vanno inneggiando al cambiamento e convincendo gli ingenui uccelli a cambiare le cose insieme a loro, e scoprono presto che avere il potere è più interessante che cambiare le cose, e uno dei due all’improvviso è re, dittatore e successore di Zeus mentre l’altro non sa più dove si trova e perché…insomma, dopo 2450 anni ci fa ancora ridere.

Domenica 19, invece, Musica con l’Orchestra ICO Magna Grecia: Kubrick playlist - Le musiche nel cinema di Stanley, dirige Luigi Piovano, direttore principale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto dal 2012.  “L’uso corretto della musica è una delle armi più potenti che un regista abbia a disposizione”. Stanley Kubrick, appassionato di musica è noto per essere uno dei più grandi cineasti della storia del cinema.
La musica selezionata nei suoi film diventa per noi un modo per affidarci ai suoi gusti musicali e alla sua geniale creatività cinematografica. Dirige Luigi Piovano, 

I prossimi spettacoli: il 14 febbraio in arrivo Lunetta Savino in Non farmi perdere tempo Tragedia comica per donna destinata alle lacrime che si ribella e si diverte. Tina, la protagonista, a un certo punto della sua vita decide di affrontare e concludere molte delle faccende ordinarie e straordinarie, delle aspirazioni e passioni che ha a lungo sopportato, rimandato o atteso. Siano esse familiari o d’amore, di lavoro o di divertimento, vanno affrontate subito: il tempo stringe. Naturalmente non tutto si può fare, ma vale sempre la pena cercarne o perlomeno conquistarsene la possibilità. Grande prova d’attrice, con due registri recitativi apparentemente opposti come quello comico e tragico, che qui però riescono a procedere parallelamente.

Subito dopo toccherà ancora all’Orchestra ICO Magna Grecia con due concerti. Il 17 febbraio spazio a My Fair Ladyproduzione condivisa con l’Accademia “L. Bernstein” di Bologna, musical di A. J. Lerner e F. Loewe ispirato alla celeberrima commedia “Pigmalione” di George Bernard Shaw e da cui George Cukor trasse l’omonimo e pluripremiato film non ha mai smesso di incantare e divertire il pubblico di tutto il mondo.

Il 2 marzo Orchestra ICO Magna Grecia con Enzo Gragnaniello, tre volte Targa Tenco, in Vient’ ‘e terra. Compagno di classe di Pino Daniele durante le scuole elementari, con lui condivide l’appartenenza alla ristretta cerchia dei grandi Autori della musica popolare partenopea.

Memorabili le sue collaborazioni con Roberto Murolo e Mia Martini (“Sta musica” e “Cu ‘mme”), Ornella Vanoni (“Alberi”) e Andrea Bocelli (“’O mare e tu”).

Si salta quindi al 14 marzo per Mamma, Compagnia Licia Lanera, con Danilo Giuvadi Annibale Ruccello,con il sostegno di Ombre – Associazione Culturale, Teatro Rossini e Assessorato alla Cultura Comune di Gioia del ColleUn tentativo di comprendere e sviscerare nel profondo il meccanismo catartico della maternità, per mostrare il cortocircuito che si innesca nella donna/madre nell’istante dell’espulsione, trasformandola brutalmente e tragicamente nella metafora della disgregazione del nido familiare al punto di disconoscerne ogni sua mansione naturale e rivelarsi una genitrice perfida e mutevole. Per rappresentare questa parabola di ferocia materna, Danilo Giuva sceglie Mamma – piccole tragedie minimali di Annibale Ruccello.

Il 4 aprile saliranno sul palco Isa Danieli e Enrico Ianniello con Giacomino e Mammà tratto da Conversaciones con Mamà di Santiago Carlo Ovès e Jordi Galceran. Difficile riassumere la carriera di Isa Danieli, più semplice dire dell’attitudine anticonformista alla scoperta che le ha permesso d’essere pupilla di Eduardo, cantare La Gatta Cenerentola o mettersi nelle mani di un artista come Annibale Ruccello quando ancora non se n’era riconosciuto a pieno il talento. Eccola allora proiettata con straordinaria verve in questa nuova, travolgente, imperdibile commedia.

INFO biglietteria dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 18 e sabato dalle ore 9 alle ore 12

[email protected]

I biglietti saranno in vendita on line e nei punti vendita Vivaticket. 

 

Orario delle rappresentazioni

Serali: Sipario ore 20.30

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Il calcio in una foto