ArcelorMittal: Copertura parchi, recesso contratto con Cimolai

CRONACA
04.12.2020 19:35


ArcelorMittal ha inviato il 25 novembre alla società Cimolai una lettera di recesso del contratto per i lavori di copertura dei Parchi primari (Parco Minerali e Parco Fossili), tra gli interventi non ancora completati previsti dall'Aia, iniziati l'1 febbraio 2018. Lo si apprende da fonti aziendali. ArcelorMittal elenca una serie di contestazioni, tra cui "la condotta e l'atteggiamento di Cimolai durante l'esecuzione dei lavori, soprattutto negli ultimi mesi, che hanno compromesso la fiducia di AMI nei suoi confronti" e sono reputati "incompatibili con la prosecuzione dei rapporti contrattuali inter partes". Inoltre, secondo ArcelorMittal, Cimolai "a partire da luglio 2019 ha formulato pretese economiche del tutto infondate (con riguardo, tra l'altro, a presunte accelerazioni e variazioni in aumento nell'esecuzione dei lavori), nonché illegittimamente rifiutato di riconoscere le decurtazioni sul prezzo dei Contratti a cui AMI ha diritto". Il 18 settembre scorso, la Cimolai "ha comunicato ad AMI - si aggiunge - che tali pretese economiche erano raddoppiate, senza fornire alcuna spiegazione o documento di supporto". Ed ancora, il 20 ottobre scorso, Cimolai "tramite il suo Direttore Tecnico (Ing. Marco Sciarra), ha reso - sostiene ArcelorMittal - false, offensive e irresponsabili dichiarazioni riguardanti i rapporti con AMI, durante l'audizione informale tenutasi avanti la X Commissione per le Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati". La stessa Cimolai ha inviato al gruppo franco indiano due lettere il 27 novembre e il 2 dicembre in cui muove una serie di rilievi evidenziando "l'estrema delicatezza della situazione anche sotto il profilo ambientale della intera popolazione della città di Taranto, oltre che per la tutela dei numerosi lavoratori addetti ed impiegati nello stabilimento siderurgico" non essendo "ad oggi le lavorazioni della scrivente ancora ultimate". (ANSA)

Commenti

Ex Ilva: Confronto tra amministrazione Melucci e rappresentanti sindacali
Brindisi: Cerone addio, ecco la sua nuova squadra