Serie D

Coppa Italia D: Fasano storico, il poker al Tolentino vale la finale

Comunicato stampa
12.02.2020 21:57


Una giornata storica, per un risultato storico, per un traguardo storico. Il Fasano firmato Giuseppe Laterza ancora una volta ha dimostrato di uscire i denti e mostrare il proprio carattere proprio nei momenti più difficili della stagione. E lo ha fatto nel migliore dei modi, nella partita probabilmente più importante della sua storia. Un roboante 4-0 spazza via un timido ma volenteroso Tolentino, giunto al Curlo forte dell’1-1 dell’andata. Una partita dominata e controllata per 90’ da parte dei biancazzurri che mai hanno rischiato di subire gol: intensità, concentrazione e bel gioco. Il mix letale per la partita perfetta. I primi 30’ della gara, giocata in una cornice di pubblico in festa e con i bambini delle scuole calcio del territorio presenti nel settore “Gradinata”, sono stati avidi di emozioni in cui a prevalere è stato l’agonismo. Poco dopo la mezz’ora, al 32’pt, il Fasano va in vantaggio con un’incornata di Rizzo su calcio d’angolo di Prinari. Un gol-liberazione quello segnato dal roccioso difensore biancazzurro che permette di giocare il resto della gara con maggiore tranquillità e quel pizzico di spensieratezza in più che favorisce il bel gioco. La seconda e ultima occasione del primo tempo è sempre di marca biancazzurra: al 45’pt palla al centro di Forbes e Lanzone, a botta sicura, colpisce violentemente la traversa. Sfortunato il numero 11 del Fasano che però sarà autore di un fantastico secondo tempo. Nella ripresa dopo 5’ il Fasano si rifà vedere in attacco con Prinari, che scaglia un tiro dalla lunga distanza ma il pallone termina di poco fuori. Al 21’st arriva il raddoppio del Fasano: Ganci lancia Dìaz sulla destra, il bomber argentino porta a spasso i difensori su tutta la fascia, si accentra e gonfia la rete! Il terzo gol, arrivato al 32’st è figlio di un’azione spettacolare degli uomini di Laterza e finalizzata da Serri, il fasanesissimo esterno, che conclude un grande scambio tra Lanzone e Pedicone. Gli ospiti, ormai in balìa dei padroni di casa, aspettano il triplice fischio. Il pokerissimo arriva su azione personale di Cavaliere che, di forza e determinazione, resiste a quattro avversari e infila Rossi. La comparsata dei marchigiani in trasferta al Curlo è tutta nei minuti di recupero del secondo tempo, con una punizione di Minnozzi che termina parecchio alto.
Il Fasano torna a vincere e spicca nuovamente il volo. Destinazione: finale di Coppa Italia contro la vincente tra Sanremese e Folgore Caratese.

FASANO-TOLENTINO 4-0 (1-0)

RETI: 32’pt Rizzo (F), 21’st Diaz (F), 32’st Serri (F), 40’st Cavaliere (F).

FASANO: Suma, De Vitis, Pedicone, Ganci (46’ st Cochis Millicay), Rizzo (42’ st Cassano),,Gonzalez, Gomes Forbes (23’ st Serri), Bernardini, Diaz (38’ st Cavaliere), Prinari (31’ st Titarelli), Lanzone. Panchina: Mennella, Panebianco, Scardicchio, Schena. All. Giuseppe Laterza.

TOLENTINO: Rossi, Viola (37’st Bonacchi)), Cerolini, Laborie, Olivieri (23’st Tirabassi), Labriola, Mastromonaco (27’st Capezzani), Severoni, Padovani (6’st Minnozzi), Di Domenicontonio, Pagliari (9’st Ruvo). Panchina: Giachetta, Bonacchi, Cicconetti, Ruggeri, Marcantoni. All. Andrea Mosconi.

Arbitro: Calzavara di Varese.

Ammoniti: Rizzo, Prinari (F); Di Domenicontonio (T).

Espulso: al 41’st il tecnico Mosconi (T) per eccessive proteste.

Note: Spettatori 2300 circa di cui 50 circa provenienti da Tolentino. Recuperi 3'/4'.

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Calcio: UEFA, nasce una nuova competizione europea