Serie D

Serie D: Sindaco Bitonto a presidente Foggia, ‘Rispetti nostra città’

18.05.2020 15:04


«Non abbiamo gli stessi diritti degli altri, bisogna essere obiettivi. Con altre squadre non mi permetterei di dire nulla, ma ci sono società e società». Con queste parole il presidente del Foggia Calcio, Roberto Felleca, ha commentato l'ormai prossimo esito del campionato di calcio di Serie D, che vedrà il Bitonto, primo in classifica al momento dell'interruzione, salire in serie C, con i rossoneri condannati a un altro anno di purgatorio. Parole che non sono piaciute al sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, che ha deciso di rivolgersi direttamente al primo cittadino della capitale di Capitanata, Franco Landella. «Scriverò al mio collega Sindaco di Foggia – dice Abbaticchio - manifestando il mio forte disappunto su queste dichiarazioni del Presidente del Foggia calcio che, addirittura, parlerebbe anche di una delusione regionale nel caso in cui venisse promossa la società bitontina e non la sua. Nel calcio gli animi dei tifosi sono già surriscaldati. Ed io ne so qualcosa: basta una fake news ad accendere proteste, grida, etc. Se poi ci mettiamo anche dichiarazioni come questa, qualora confermate, non ci saranno condizioni di sicurezza non solo durante un ipotetico futuro match, ma in eventi in cui la comunità foggiana si confronti con la blasonata comunità bitontina». Secondo Felleca, insomma, a decretare classifica e risultati non dovrebbe essere il campo ma un non meglio definito "blasone". Per il sindaco di Bitonto, però, oltre al verdetto senza appelli della classifica, il blasone della sua città «viene dal suo centro antico, dal patrimonio architettonico tra i più ricchi e abitati di Italia, per la sua Storia ed economia, per le varie eccellenze sociali e culturali che vanno rispettate. Come noi rispetteremo chiunque, soprattutto in questa meravigliosa Regione. E chiudiamola qui, magari con una bella dichiarazione d'amore di Felleca. È meglio». (Bitontoviva.it)

Coronavirus, 18 maggio: Taranto, quarto giorno di fila senza contagi
Matera: Nasce emangio.it, primo portale ordinazione al tavolo Covid-free