Cultura, musica e spettacolo

Musica: La Rhomanife band pronta con due nuovi brani

Comunicato stampa
21.05.2020 09:56


La Rhomanife band, internazionale ed indipendente, in azione dal 1985, con l'emergenza corona virus, è stata costretta, almeno per il momento, a bloccare tutti i concerti ed eventi live del tour per il 35° anniversario di attività artistica, ma nel frattempo è riuscita a realizzare due nuovi brani intitolati ''IN YOUR NAME'' e ''HIS GLORY'', con sonorità diverse che spaziano dal roots al reggae e con le melodie che fibrillano e rallegrano, diffondendo l'essenziale messaggio d'amore per riempire i cuori rattristati dagli eventi degenerativi in tutte le nazioni, già predetti e profetizzati. Saranno realizzati anche due videoclip che verranno caricati su tutti i social ed 
i canali promozionali, a cui vi invitiamo a seguire ed a iscrivervi, per conoscere profezie, verità e messaggi. I brani sono stati realizzati, suonati e cantati da dieci musicisti della terra di Bari: Gianni Somma (voce e chitarra), Pino Di Taranto (basso), Filomena De Leo (voce), Antonella Lacasella (voce), Nicola Boccuzzi (chitarra), Cosimo Lagioia (tastiere), Francesco Bartoli (batteria), Lidia Bitetti (sax), Donny Balice (tromba) ed Eddy De Marco (trombone). I Rhomanife sempre con amore per te.

Rhomanife Dal profondo cuore del rione Libertà di Bari, Rhomanife è una realtà di musica e speranza sin dal 1985. Gianni Somma e Pino Di Taranto, fondatori della reggae band, hanno attraversato oltre tre decenni di underground barese, mutando pelle in un viaggio che dall’antico rock li ha condotti ai ritmi reggae giamaicani e dal capoluogo pugliese in giro per l’Italia e oltre. Partendo dal richiamo biblico della cultura reggae, i Rhomanife diffondono in pura musica il proprio convinto messaggio di fede, lontani dalle istituzioni religiose ufficiali e vicini a tutti i gli esseri umani che credono nei valori dell’amore e della pace. Qui non c’è solo un gruppo musicale, non c’è solo un disco: c’è un progetto culturale fatto di centinaia di eventi organizzati nel corso di anni, dance hall aperte a tutti e famose per la qualità della musica a prezzo politico e per l’estrema eterogeneità del pubblico. C’è l’organizzazione in proprio di concerti con ospiti da tutto il mondo e la produzione di dischi. C’è il sound system. C’è un collettivo fatto di musicisti, cantanti, semplici amanti della musica: insomma una family-crew. Un laboratorio in continua progressione. Un gruppo di persone, amici, che da anni condividono il pane e le convinzioni, estremamente solidali al loro interno e sempre aperti all’esterno. Collegati alla rete dei sound system e gruppi pugliesi e italiani che imperversano nella Penisola.
E’ reggae del Sud in italiano e inglese che racconta, con esperienza musicale e umana, un percorso di vita preciso. Sono versi di canzoni quasi preghiere, declamati con coraggio e onestà, che invocano l’unità del genere umano, sperano in un futuro messianico di riscossa dei popoli e indicano un tempo di grandi mutamenti ormai alle porte. 
E quando vai ai trovare la band nella sua sala prove, capisci che non sono solo parole. Capisci di essere in un posto dove chiunque è il benvenuto, nessuno è straniero e a tutti saranno concessi i doni dell’amore, dell’ascolto e della fratellanza. E il diritto universale alla reggae music dal vivo!
i Rhomanife traducono in musica le parole della Bibbia, preghiera ed inno al tempo stesso che trascinano verso l’alto e dentro una dimensione di ampia verità. I Rhomanife, band sempre stata indipendente, ha prodotto 4 cd , molti videoclip e un tour che non si è mai fermato sin dagli esordi con più di 2500 eventi, concerti realizzati in Italia ed all'estero. La band si esibita anche a: Spagna, Malta, Italia, Ungheria, Albania, 2 tour in Rep. Ceca e Svizzera. Attualmente la band è formata: Gianni Somma voce e chitarra, Pino Di Taranto basso, Filomena De Leo voce, Antonella Lacasella voce, Nicola Boccuzzi chitarra, Cosimo La Gioia tastiere, Francesco Bartoli batteria. 

Taranto: Confronto tra Comune e Yilport per la ripartenza del porto
Taranto: Confartigianato, ‘Proviamo a far ripartire il nostro turismo’