Puglia: Un laboratorio mobile per gli allevatori dell’Alta Murgia

Venerdì 8, a Bari, tutti i risultati del progetto Mobilab legato ai prodotti tipici

CRONACA
06.10.2021 16:59

La Puglia delle produzioni tipiche destinataria di un progetto rivolto agli allevatori del barese. Grazie al laboratorio mobile Mobilab, veterinari e docenti universitari hanno raggiunto le numerose aziende dell’Alta Murgia, offrendo controlli gratuiti e un supporto per tutelare sempre più l’alto standard qualitativo di latte e prodotti lattiero- caseari. L’attività ha visto l’impegno tra gli altri di Università di Bari e Istituto Zooprofilattico di Puglia. Tutti i risultati verranno illustrati il prossimo 8 ottobre, a Bari, a Villa de Grecis a partire dalle ore 9. L’incontro sarà trasmesso in diretta sulla pagina  https://www.facebook.com/mobilabita. «In Puglia- anticipano i promotori-  si registra la presenza di aziende ovine e caprine di due tipologie: agriturismi dove i prodotti sono lavorati direttamente con grande attenzione alla qualità e piccole realtà a conduzione familiare, spesso con una produzione ad uso interno e senza una rete di produzione-raccolta-trasformazione e commercializzazione». Saranno presenti: la Città Metropolitana di Bari con il consigliere delegato alle Attività produttive Antonio Stragapede, l’ingegnere Maurizio Montalto e Claudia De Nicolò, la Regione Puglia con Tina Ranieri, il Lead Beneficiary del progetto Interreg Italia-Grecia Loukia Ekateriniadou, il dipartimento di Medicina veterinaria con Marialaura Corrente e Viviana Mari, l’associazione regionale Allevatori di Puglia. «Il progetto è stato portato avanti con il loro coinvolgimento- concludono- nella consapevolezza che poter fronteggiare eventuali problemi di natura sanitaria sia un beneficio in termini di benessere animale e aumento della produttività, ma anche un fatto culturale in una Puglia sempre più apprezzata per le sue eccellenze gastronomiche». (CS)

Risparmia su assicurazione auto/moto 🚗💰🏍 con Assicurazioni Lilla
Mare: Col progetto ‘BioTourS’ si va alla ricerca dei delfini nell’Adriatico