V. FRANCAVILLA

Virtus Francavilla: Nunzella e Ginobili squalificati dal commissario di campo

Tutte le decisioni del giudice sportivo dopo le gare della 27a Giornata

24.02.2020 19:00

Max Ginobili
CALCIATORI

TRE GIORNATE DI SQUALIFICA 

ALFAGEME LUIS MARIA (AVELLINO) perché entrava sul terreno di gioco protestando vivacemente e rivolgendo frasi minacciose verso un dirigente della squadra avversaria; successivamente proferiva frasi offensive e irriguardose nei confronti di un addetto federale (r.proc.fed.,r.c.c.,calc.ris.).

DUE GIORNATE DI SQUALIFICA 

POZZEBON DEMIRO (AVELLINO) per comportamento provocatorio e osceno nei confronti di sostenitori della squadra avversaria (r.c.c.).

UNA GIORNATA DI SQUALIFICA 

TOUNKARA TOUNKARA MAMADOU (VITERBESE) per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco.

DE FALCO ANDREA (VITERBESE)

PERRI MATTEO (PAGANESE) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.

NUNZELLA LEONARDO (VIRTUS FRANCAVILLA) per aver proferito una frase blasfema (r.proc.fed.,r.c.c.).

BIANCHI NICOLO (REGGINA)

MAIMONE GIUSEPPE (SICULA LEONZIO)

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI 

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari:

ALLENATORI

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE E AMMENDA € 500,00

CACIOLI LUCA (BARI) per atto di violenza verso un tesserato della squadra avversaria, al termine della gara (panchina aggiuntiva).

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE

DI MAIO GENNARO (CASERTANA)
per comportamento reiteratamente offensivo verso la terna arbitrale (r.A.A., allenatore in seconda).

CAMPILONGO SALVATORE (CAVESE)
al termine della gara afferrava per il collo un tesserato della squadra avversaria.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

FACCIOLO MICHELE (VIBONESE) per proteste verso l'arbitro durante la gara (r.A.A.).

ALLENATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

GINOBILI MAXIMILIANO (VIRTUS FRANCAVILLA) per aver proferito una frase blasfema (r.proc.fed.,r.c.c.).

AMMENDE SOCIETÀ 

€ 2.000,00 CATANZARO perché propri sostenitori, in campo avverso, lanciavano nel corso del secondo tempo un bicchiere pieno di liquido e una scatola in plastica sul terreno di gioco, senza conseguenze; i medesimi danneggiavano quattro seggiolini del settore loro riservato (r.proc.fed.,r.c.c., obbligo risarcimento danni, se richiesti).

€ 1.500,00 CAVESE perché propri sostenitori indirizzavano verso la panchina avversaria alcuni sputi che raggiungevano un componente (recidiva, r.proc.fed., r.c.c.).

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Taranto: Cessione club, primo contatto Giove-cordata romana