Cultura, musica e spettacolo

Teatro: ‘Gelosia e passione nell’Opera’ incanta il Fusco di Taranto

Applausi e bis. Direzione affidata Sàndor Karolyi, vincitore del Premio ICO Magna Grecia 2018. Elogi del pubblico per gli arrangiamenti di Sandro Di Stefano, che ha coniugato insieme classica e pop

Comunicato stampa
02.12.2019 10:45

Foto Aurelio Castellaneta/Orchestra Magna Grecia
Da Rossini e Freddie Mercury, domenica sera al teatro comunale Fusco di Taranto è stato un successo. Lunghi applausi in momenti diversi, e richiesta di bis per il programma musicale “Gelosia e passione nell’Opera”, quarto appuntamento all’interno della Stagione Orchestrale 2019/2010 a cura dell’ICO Magna Grecia con la direzione artistica del maestro Piero Romano. Protagonisti il soprano Anna Maria Sarra e l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Sàndor Karolyi, vincitore del Premio ICO Magna Grecia 2018. Particolare successo hanno registrato gli arrangiamenti di Sandro Di Stefano, che ha curato l’armonizzazione di due o più brani per volta, tratti da periodi e generi differenti, unendo fra loro brani come “Love of my life”, “Nessun dorma”, “Whuthering heights” e altri ancora. Il pubblico ha, infatti, sottolineato questi momenti, originali e raffinati, con  scroscianti applausi e, si diceva, richiesta di bis puntualmente concesso. L’evento svoltosi domenica sera al teatro Fusco di Taranto è stato realizzato in collaborazione il “Concorso internazionale di Direzione d’orchestra Nino Rota” con il sostegno di Comune di Taranto, Regione Puglia e MiBBAC (Ministero per i Beni e le Attività culturali).  Anna Maria Sarra si è confermata fra i soprani più importanti della scena nazionale e internazionale. Diplomata in Canto con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore al conservatorio di musica “E. R. Duni” di Matera, si è perfeziona alla Scuola dell’Opera Italiana di Bologna, Opera Studio, corso dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma.

Addio a Franco Janich, il ds del Bari che strappò Maiellaro al Taranto
Promozione: Un Ginosa di carattere sfiora l’impresa con la capolista Manfredonia