Serie D/H: Top e Flop della 23a Giornata

Il momento in cui Guastamacchia anticipa Pizzolato e firma il 3-1 per il Taranto sul Brindisi - Foto Walter Nobile
Serie D
Mimmo Galeone
29.03.2021 15:51

TOP REPARTO - PORTIERE: Spina (Portici) Eroe della sfida di Gravina. Tra l' altro sventa anche un tiro dagli 11 metri. E ricordiamo che è un classe 2003. DIFENSORE: Guastamacchia (Taranto) Sempre più leader del pacchetto arretrato jonico. A Brindisi timbra la sua prima rete in casacca rossoblu. CENTROCAMPISTA: Melillo (Fasano) L' argentino stende il Real Aversa, finalizzando un velocissimo schema da calcio di punizione. ATTACCANTE: Cunzi (Sorrento) Trasforma con grande freddezza due tiri dal dischetto, di cui il secondo (decisivo) al 98°. ALLENATORE: Laterza (Taranto) Vittoria di carattere nel derby di Brindisi. Un successo che consolida il primo posto in classifica, in attesa dei recuperi del Casarano. 
FLOP REPARTO - PORTIERE: Scarano (Sorrento) Incassa due reti; forse in occasione del primo gol dell' Altamura avrebbe potuto fare qualcosina in più. DIFENSORE: Dell'Orfanello (Lavello) Pronti via ed un suo liscio consente al Cerignola di sbloccare la gara. Dopo pochi minuti rimedia anche l' espulsione. CENTROCAMPISTA: Prinari (Fidelis Andria) Gioca solo la prima frazione, lasciando poche tracce. Nell' intervallo resta sotto la doccia, rilevato da Benvenga. ATTACCANTE: Ungaro (Gravina) Getta alle ortiche un calcio di rigore. E per il Gravina i tre punti continuano ad essere una chimera. ALLENATORE: Zeman K. (Lavello) La pesante sconfitta rimediata a Cerignola va a ridimensionare, momentaneamente, i sogni di gloria della compagine lucana.

Commenti

Taranto: Quando la vittoria per 3-1 a Brindisi porta fortuna...
Taranto inedita e suggestiva, Taranto ‘Terra dei fiumi’