Taranto: Galigani, ‘Si va verso un Girone C a 21 squadre’

‘Possibilità di ricorrere a giustizia ordinaria ha creato danno ad autonomia giustizia sportiva’

Vittorio Galigani nella foto Max Todaro
TARANTO
08.08.2022 18:34

“La possibilità di ricorrere alla giustizia ordinaria ha creato un danno all’autonomia della giustizia sportiva”. Lo sostiene Vittorio Galigani, consulente personale di Massimo Giove, presidente del Taranto, nel corso di un’intervista a L’Edicola del Sud con cui ha toccato diversi punti, proprio a partire dalla vicenda Campobasso: “Leggendo il dispositivo, che ha sospeso l’esclusione del Campobasso dal campionato, si scopre che la società non avesse una condizione economica tale da essere estromessa. Il dispositivo dà una valutazione di merito che influirà sul giudizio da pronunciare il 25 agosto. La Covisoc ha un compito importante per l’ammissione nei campionati di competenza: quanto accaduto ne mina l’autonomia. La prima giornata di campionato era prevista per il 28 agosto e invece ci sarà il rinvio, quantomeno di una settimana. Questa interpretazione del Consiglio di Stato farà dottrina. Per quanto riguarda il Girone C, mi pare si stia andando verso un torneo a ventuno squadre. Qualunque decisione venisse assunta, noi la rispetteremo. Credo comunque che il discorso riguardi più il Campobasso che il Teramo".

Sul Taranto: “Il club ha una questione morale nei confronti della città che rappresenta. In molti hanno sottovalutato il sacrificio fatto dalla proprietà per iscrivere la squadra al campionato. Non ci sentiamo defraudati, abbiamo  rispettato al cento per cento le richieste della Covisoc a dimostrazione della solidità della nostra società".

Chiusura sul mercato: "Siamo in corso d’opera. Abbiamo più di venti giorni per seguire i suggerimenti dallo staff tecnico, condivisi dal nostro presidente, per apportare i giusti correttivi".

BCC San Marzano ospita Gimede Gigante per L’Angolo della Conversazione’
Martina: Mercato, un calciatore esperto per il centrocampo