TARANTO

Taranto: Giove, ‘Spero in un 2020 con meno errori arbitrali’

Il presidente rossoblu a Canale 85: ‘Sono fermamente convinto che questo campionato si possa raddrizzare’

31.12.2019 16:05

Di Andrea Loiacono

Passionale, legato ai propri colori, vulcanico. Da quasi tre stagioni, tra alti e bassi. è alla guida del Taranto, una delle "deluse" di questo girone di andata. La scorsa stagione era terminata con la disfatta di Cerignola nella finale play-off. questa è iniziata proprio con il Brindisi e una cocente sconfitta all'ultimo minuto. I risultati non hanno dato ragione al Taranto, distante 9 lunghezze dal tandem Bitonto-Foggia, ma durante "Passione Brindisi" di Canale 85 Giove puntualizza: "Siamo partiti tesserando un allenatore molto preparato e forse il più vincente di tutti come Nicola Ragno, che ringrazierò sempre: purtroppo le cose non sono andate come avremmo voluto. I primi risultati negativi hanno portato una pressione da parte della piazza che lo stesso tecnico credo non abbia gestito al meglio. Proprio la partita col Brindisi dell'andata segnò l'inizio di un percorso non preventivato. Tuttavia, ricordo che quella partita non meritavamo di perderla. Poi al netto di alcuni errori che sicuramente ci sono stati da parte nostra, devo puntualizzare che il Taranto è stata a squadra più vessata da parte di errori arbitrali, sviste che hanno condizionato la nostra classifica avvantaggiando gli avversari. Penso al gol irregolare convalidato al Sorrento, ai gol regolari annullati a Genchi e Oggiano con la Nocerina o alle due marcature un fuorigioco del Cerignola. Potrei andare avanti, ma mi fermo quì. Giocare a Taranto, città che meriterebbe la B e ha una pressione da B, non è semplice. Nonostante tutto, resto convinto che questo campionato non sia completamente perso e che si debba credere di poterlo riaprire. Per avere un'dea più chiara sulle distanze e sul possibile concretizzarsi di una rimonta credo si debba aspettare il match con il Foggia allo Iacovone. Io di certo non ho perso la fiducia, ho dato e darò ancora l'assalto alla Lega Pro. Per quanto riguarda domenica, è chiaro che pur nutrendo stima e simpatia per il presidente Vangone e per i tanti amici di Brindisi, il nostro obiettivo non possono che essere i tre punti. La squadra sta bene ed è motivata, sono certo si possa disputare un'ottima gara in un clima di festa".

1a Categoria/B: Massafra, la fiducia di Lentini ‘Campionato ancora aperto’
Il calcio in una foto