VOLLEY

Volley tarantino torna in A2, Comune pronto a dare supporto

Sindaco Rinaldo Melucci e l’Assessore allo Sport Fabiano Marti hanno ricevuto Elisabetta Zelatore e Tonio BongiovannI

Comunicato stampa
22.05.2020 11:36


Giovedì il Sindaco Rinaldo Melucci e l’Assessore allo Sport Fabiano Marti hanno ricevuto gli imprenditori Elisabetta Zelatore e Tonio Bongiovanni, che hanno voluto annunciare all'Amministrazione comunale e all'intera comunità ionica il ritorno formale, nella Serie A2 nazionale del volley maschile, della storica formazione rossoblù della Prisma Taranto. Riacquisendo il titolo sportivo da Castellana Grotte, hanno restituito al capoluogo ionico un palcoscenico sportivo di grande prestigio, a distanza di dieci anni dall'ultima esperienza del genere. «Il ritorno del volley che conta a Taranto è davvero una buona notizia - ha affermato nel suo saluto il Sindaco Rinaldi Melucci -, un avvenimento affatto banale, che contribuisce al clima di fiducia generale della città in vista dei XX Giochi del Mediterraneo. Mi piace pensare sia il segno di una Taranto che vuole assumere grandi sfide e finalmente riconoscere questa rinnovata immagine. Per quanto possibile dal nostro ruolo, non faremo mancare alla Prisma Volley il supporto dell'Amministrazione comunale, a partire dall'ospitalità nel PalaMazzola, lavorando perché sia un progetto a lunga scadenza e perché si creino ricadute interessanti per la città. E lo stesso faremo con altre realtà sportive che si stanno impegnando a fare un salto di qualità in chiave nazionale, perché anche questo è un pezzo del futuro che abbiamo in mente per Taranto». «Quando in anteprima i dirigenti della Prisma Volley mi hanno prospettato questa possibilità - ha aggiunto l'Assessore Fabiano Marti -, l'emozione è stata grande, sicuramente ripensando al palazzetto stracolmo, colorato e chiassoso la domenica, ripensando alla promozione del territorio verso le squadre nazionali e il loro seguito, ma specie perché insieme al fatto sportivo ed economico in sé si è cominciato da subito a programmare il coinvolgimento dei giovani, delle scuole e delle famiglie, un approccio convincente e sul quale l'Amministrazione comunale già da tempo scommette per la ripartenza della città».

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
USB: ‘ArcelorMittal deve andare via da Taranto’