CRONACA

Palagiano (TA): Viola sorveglianza speciale, 43enne massafrese arrestato

Comunicato stampa
14.03.2020 17:08


I Carabinieri della Stazione di Palagiano hanno arrestato, Stefano Mingolla, 43enne massafrese, per aver violato le prescrizioni imposte dalla Sorveglianza Speciale a cui era sottoposto. I militari, nel corso di un quotidiano servizio di vigilanza nell’ambito del comune di Palagiano, hanno notato la presenza di un giovane sospetto che procedeva a piedi per le vie cittadine. Con la finalità di approfondire il controllo di polizia, anche in relazione alla verifica delle disposizioni impartite dal D.C.P.M. del 9 marzo u.s. per la prevenzione della diffusione del COVID 19, hanno generalizzato l’uomo il quale è risultato essere sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di Massafra. Gli immediati accertamenti hanno fatto emergere che poco prima il Mingolla, in Palagiano, dopo aver causato un sinistro stradale mentre viaggiava alla guida di un motociclo, si era allontanato a piedi senza fornire le proprie generalità alla controparte. Per quanto emerso il 43enne è stato tratto in arresto per aver violato le prescrizioni imposte dalla misura alla quale era sottoposto ed in particolare essersi allontanato senza autorizzazione dal comune di Massafra e per aver condotto un motociclo privo di patente di guida in quanto ritirata per mancanza di requisiti. Allo stesso tempo, Mingolla è stato deferito in stato di libertà all’A.G. per l’inosservanza ai provvedimenti emessi dall’Autorità, in quanto si era allontanato dal Comune di residenza senza addurre alcuna delle giustificazioni previste dal richiamato D.C.P.M. Dopo le formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno, Mingolla è stato tradotto alla Casa Circondariale di Taranto. 

 

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Coronavirus: Anche il sindaco di Grottaglie chiude parchi e giardini