FUTSAL

Futsal A2/M: Bernalda, in Sicilia arriva la terza sconfitta consecutiva

Rossoblu ko di misura con l’ostico Regalbuto

Comunicato stampa
07.11.2020 18:30


Altra sconfitta bruciante, la terza consecutiva, per il Bernalda Futsal che cade in Sicilia contro l’ostico e pugnace Regalbuto che si impone per 3-2. I rossoblu sono costretti ad inseguire per tutta la gara ma nei momenti di maggiore spinta vengono penalizzati da alcune decisioni arbitrali che finiscono per condizionare l’andamento del match. Non è la prima volta, dall’inizio del campionato infatti alcune sanzioni dei direttori di gara di turno hanno penalizzato i rossoblu; in buona sostanza un film già visto in repliche stucchevoli come le tante espulsioni incassate dai calcettisti rossoblu. Ad ogni buon conto tale aspetto non inficia la prova di sostanza e carattere del Regalbuto. Di contro il Bernalda deve recitare il mea culpa per alcune omissioni difensive che, a conti fatti, sono risultate decisive parimenti alle sanzioni arbitrali. Cronaca. Il Bernalda ritrova Lemos e Murò  rientranti da squalifica ma perde Calderolli infortunato e Bocca, appiedato dal giudice sportivo. I rossoblu si presentano con il seguente quintetto iniziale: Boschiggia, Zancanaro, Borges, Piovesan, Gallitelli. Dall’altra parte il Regalbuto schiera: Menichella, Wallace, Nimo Cobo, Capuano, Lo Cicero. I primi minuti di gara sono equilibrati: due occasioni per i padroni di casa con Martines e Palmegiani, a cui risponde una conclusione di Borges. Il Regalbuto passa in vantaggio in ripartenza con una conclusione di Capuano che supera Boschiggia proteso in uscita per 1-0. Il Bernalda reagisce con la staffilata di Zancanaro dalla distanza che finisce di poco al lato. Il primo tempo termina con il vantaggio dei siciliani. Nei primi istanti della ripresa il Bernalda agguanta il pareggio con il destro velenoso di Lemos che supera Menichella e si insacca sul primo palo per 1-1. Con il passare dei minuti gli ospiti conquistano terreno: Gallitelli ci prova con il sinistro dalla distanza la palla sorvola la traversa. I siciliani tornano in vantaggio sugli sviluppi di una punizione con il tap-in  vincente sotto porta di Wallance per il 2-1. Il Bernalda reagisce prontamente e raggiunge nuovamente il pareggio con una staffilata dalla distanza di Zancanaro per il 2-2. La gara è un susseguirsi di emozioni, il Bernalda ha maggiore possesso palla ma sono i locali a ritornare in vantaggio grazie al chirurgico diagonale di Palmegiani per il 3-2. Mister Cipolla utilizza il quinto di movimento (Zancanaro) ma i rossoblu subiscono l’espulsione di Borges che incassa il secondo cartellino giallo per un presunto fallo di mano. Malgrado l’inferiorità numerica i lucani utilizzano il quinto di movimento per tenere alta la squadra e conservare il possesso palla ma prestano il fianco alle iniziative in contropiede del Recalbuto. Inutili gli ultimi disperati assalti del Bernalda, il suono della sirena finale premia i padroni di casa che vincono per 3-2.  

REGALBUTO-BERNALDA 3-2

RETI: 7:41 p.t. Capuano (R) ; 0:22 s.t. Lemos (B), 12:41’ s.t. Wallance ( R) ; 14:14 s.t. Zancanaro (B); 16:29 s.t. Palmegiani (R )

FUTSAL REGALBUTO: 2 Wallance , 5 Nimo Cobo, 6 Isgro, 7 Chiavetta, 10 Martines, 11 Giampaolo, 12 Menichella, 13 Sanchez, 16 Fichera, 17 Capuano, 18 Palmegiani, 20 Lo Cicero. All. Paniccia.

BERNALDA FUTSAL: 2 De Pizzo, 5 Zancanaro, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 9 Piovesan, 10 Gallitelli, 13 Boschiggia, 23 Quinto, 25 Saponara, 28 Giannace. All. Cipolla.

Arbitri: 1ˆ Cozza di Cosenza , 2^ Alessi di Taurianova, cronometrista Pagano di Catania.

Ammoniti: Lo Cicero (R ), Nimo Cobo (R ), Borges (B), Zancanaro (B), Boschiggia (B).

Espulso: Borges (B).

Taranto: Polizia Locale, sopralluoghi mercati settimanali e controlli anti-abusivi
Coronavirus: Perrini, ‘Si concentri tutto su ospedali Moscati e Mottola’