Taranto: Solo pari con il Picerno, ma bicchiere mezzo pieno

L’analisi dopo il pareggio interno con i lucani

Foto Franco Capriglione
TARANTO
Lorenzo Ruggieri
23.02.2021 11:17

Si è concluso con un pareggio lo scontro al vertice tra Taranto e Picerno, valevole per la prima giornata di ritorno del Girone H. Allo Iacovone si è assistito a una gara dai due volti. Nei primi minuti è la tecnica delle due squadre a fare da padrona in un match subito in discesa per i rossoblù. Al 5' minuto, una giocata sopraffina di Falcone sblocca il risultato. L'esterno brindisino dimostra ancora una volta qualità di categoria superiore, abbinando precisione e coordinazione in occasione della marcatura. Vantaggio che dura solo pochi minuti, con il pari degli ospiti che giunge al 7'. Nell'occasione il giovane Ciezkowski non riesce a trattenere una punizione dalla lunga distanza di Pitarresi, favorendo il gol firmato Albadoro. Il portiere scuola Verona, però, si riscatta nel secondo tempo immolandosi proprio su Albadoro, bloccando una conclusione giunta da posizione ravvicinata. Subito dopo i gol la partita cambia. La tecnica lascia spazio all'agonismo e al nervosismo, come dimostra l'espulsione di Laterza al 35', già di per sé una notizia che ha del clamoroso. Risultato, però, che non può che essere visto come un punto guadagnato per i rossoblù per vari motivi. Primo fra tutti il valore dell'avversario. Il Picerno, infatti, si presenta allo Iacovone molto ben organizzato difensivamente e anche con discrete individualità (in particolare Oyevale e Albadoro). Non dimentichiamo, inoltre, che il Taranto viene da un tour de force in cui ha dovuto spremere al massimo ogni energia per non perdere punti dalle prime in classifica, come Lavello e Casarano. Queste ultime non hanno saputo approfittare della mancata vittoria dei rossoblù, perdendo rispettivamente contro Molfetta e Aversa. Da sottolineare, poi, le prestazioni di Falcone e Ferrara, imprendibili sull'out mancino. Ancora in ritardo di condizione Tissone, dal quale ci si aspetta e si pretende di più. Anche lui, però, viene da un mese in cui ha giocato ogni tre giorni immediatamente successivo ad un periodo di inattività di oltre un anno. Mercoledì si torna subito in campo. Ad attendere i ragazzi di Laterza ci sarà il Bitonto, reduce da 5 risultati utili consecutivi. All'andata bastarono due rigori per decretare la vittoria dei rossoblù. Sarà interessante valutare il percorso di crescita degli ionici, giunti ormai al giro di boa.

Commenti

Bitonto-Taranto: Al Città degli Ulivi non va di moda il pari
MotoGP: Complicazioni Covid, è morto Fausto Gresini