Fustal A/F: Coppa Italia, Real Statte parte per Rimini con un sogno nel cassetto

FUTSAL
20.04.2021 12:45

Un filo conduttore unico quello che porta l'Italcave Real Statte a preparare le sfide di Coppa Italia in programma a Rimini dal 23 al 26 aprile: giocare per Giorgia Cannella, la quale vive un momento difficile per la perdita del caro papà Ninni Cannella e alla quale le rossoblù proveranno a regalare un trofeo in un'annata sicuramente difficile per via della pandemia. Intanto la squadra prosegue il lavoro prima di entrare nella "bolla" in Emilia Romagna. Ognuna sta vivendo l'immediata partenza con emozioni particolari. Nicoletta Mansueto, ad esempio, definisce la sfida col Capena come "una finale vera e propria. Non dobbiamo guardare la graduatoria che ha portato a questo match. Dobbiamo dare subito il massimo per provare ad arrivare sino alla fine, anche perché affronteremo una squadra veterana della coppa Italia. Torniamo a disputare la più bella competizione del panorama del futsal anche se ci dispiacerà non vedere il pubblico sugli spalti. Arriviamo con tante ragazze che, lo scorso anno, avevano costituito l'ossatura di quell'Italcave Real Statte che voleva far bene. Ci proveremo, a distanza di un anno dalla mancata disputa della Coppa Italia, con rinnovata voglia". Passando per la fiducia di Sara Boutimah, che pensa che la competizione per la coccarda tricolore sia da "affrontare con lo spirito di una squadra compatta e coesa". Il Capena, avversario dei quarti di finale, ha dimostrato di essere una squadra molto tattica che può dare fastidio a tutti. Hanno una difesa molto organizzata e sicuramente sarà difficile trovare gli spazi, dovremo avere pazienza nel possesso, girare palla con tranquillità e trovare il momento giusto". C'è poi l'esperienza di Valentina Margarito, la quale torna a giocare dopo varie settimane di stop, complice anche la mancata disputa dell'ultimo turno di campionato col Kick Off: "Un'emozione indescrivibile giocare la Coppa Italia, scontri diretti in cui devi dare tutto. C'è il fattore novità da non dimenticare, visto lo stop nell'anno passato. C'è ancor più voglia di giocare, noi siamo pronte per affrontare questa competizione al meglio. Il Capena? E' una squadra contro la quale non dobbiamo sbagliare nulla, tutti daranno anima e cuore. Non dobbiamo abbassare la guardia dal primo secondo sino al suono della sirena“. Infine una di quelle atlete che questa competizione l'ha sempre vissuta da protagonista negli ultimi anni, ossia Renata Adamatti: "Non vedo l'ora di giocare la Coppa Italia,dobbiamo essere sempre attente a giocare ogni pallone. Il Capena ha una buona difesa e sono brave in contropiede. Sappiamo che sarà una partita dura ma dobbiamo dimostrare tutto il nostro valore sin dal primo match”. (CS)

Commenti

Brindisi: Ufficiale, Michele Cazzarò è il nuovo allenatore
Nardò: Ds Corallo, ‘Casarano? Non siamo preoccupati’ - Video