Calcio Varie

Serie B: Foggia, Pietro Iemmello ‘Contentissimo di essere tornato’

Le parole dell’attaccante nella sua presentazione

Armando Borrelli
23.08.2018 13:31

Pietro Iemmello e Luca Nember prima della conferenza stampa

Nella sala stampa “Antonio Fesce” dello stadio “Pino Zaccheria” è stato presentato Pietro Iemmello, pronto a vestire nuovamente la maglia del Foggia, dopo le 40 reti in 67 presenze tra il 2014 ed il 2016. Un ritorno fortemente voluto, come confermato anche dal Direttore Sportivo Luca Nember, anch’egli presente alla conferenza: “Da sempre è un pallino della famiglia Sannella ed ha molto insistito per venire qui. In passato, quando ero al Chievo, addirittura venni chiamato da Fedele Sannella, Di Bari e Iemmello stesso che mi chiesero di comprarlo dallo Spezia per poi darlo in prestito al Foggia, ma sinceramente io poi me lo sarei tenuto, anche se non se fece nulla”. 

Le parole di Iemmello - Il “Re”, come fu soprannominato dai tifosi in passato, spiega subito i motivi della sua scelta: “Foggia è una piazza importante, che ti fa sentire calciatore ed in cui la gente cerca speranza nel calcio. Ringrazio la società per avermi dato la possibilità di tornare”. Catanzarese, classe 1992, Iemmello dovrà però stare ai box ancora per un po’ a causa di un problema fisico: “Mi ci vorranno un paio di settimane. Vengo da un anno pieno di infortuni e non vedo l’ora di poter riprendere a lavorare bene per dare una mano alla squadra”.
Il tridente dei sogni - I tifosi del Foggia già pregustano il tridente Galano-Iemmello-Mazzeo, anche se non si potrà vedere da subito a causa anche delle squalifiche del “Robben delle Puglie” e del bomber con la maglia numero 19, rispettivamente di 3 giornate per il primo ed una per il secondo. Anche Iemmello però già pregusta la compagnia, senza però dimenticare gli altri compagni di reparto: “Credo di poter giocare con Mazzeo e Galano ma credo sia giusto parlare anche degli altri compagn perché siamo tutti sullo stesso livello e la concorrenza ci aiuterà a crescere e stare sempre sulla corda”. 

Nardò: Keyremanteng, 'Battere il Taranto porterebbe entusiasmo'
Serie D: Ufficiale, inizio posticipato al 16 settembre