V. FRANCAVILLA

Potenza: La carica di Guaita, 'Blindiamo il quinto posto'

Alessio Petralla
29.03.2019 15:33

Un campionato straordinario per il neo promosso Potenza che domenica andrà a far visita alla Virtus Francavilla. Un quinto posto occupato con amarezza visti i tanti punti persi come conferma, a Blunote, l’esterno argentino Leandro Guaita: “I risultati fino ad ora sono stati molto positivi anche se ci sono dei rimpianti per tanti punti persi dopo il novantesimo o ad inizio stagione. Alla fine, però, stiamo disputando un grande campionato e ci troviamo dove volevamo trovarci. Purtroppo il quarto posto è lontano ma siamo chiamati a pedalare per sigillare il quinto. La graduatoria ci sorride”.

FORMAZIONE: “Per la sfida con la Virtus Francavilla siamo tutti arruolabili tranne Murano che si è fatto male e Matino che era già out da qualche mese”.

LA GARA: “Sappiamo che la partita del “Fanuzzi” sarà difficile: però, in questo periodo ogni partita lo è. Lo confermano i risultati. Inoltre, giocheremo su un terreno non dei migliori ma siamo pronti. Conosciamo, inoltre, le qualità della Virtus Francavilla”.

LA PREPARAZIONE: “Nella prima parte di settimana abbiamo pensato a correggere i nostri errori. Poi, ci siamo immersi nello studio dell’avversario cercando di capire dove e come potergli fare male. E’ fondamentale sistemare gli errori perché c’è sempre da migliorare”.

IL POTENZA: “Si, mi aspettavo questo campionato da parte nostra. Sono rimasto anche per questo: ad inizio stagione parlai con il Presidente che confermò l’idea di voler fare molto bene. Lui non è una persona che si accontenta facilmente. Inoltre, in rosa sono pochissimi i ragazzi che non hanno mai giocato in serie C. Altre formazioni hanno speso di più ma il nostro numero uno ci ha messo nelle condizioni di farci trovare in questa posizione di graduatoria”.

GUAITA: “Sono contento di aver coperto parecchi ruoli: ciò mi ha migliorato. Ho giocato poche volte da esterno d’attacco realizzando ben tre reti da centrale di centrocampo. Voglio fare sempre meglio e questi cambi di ruolo li faccio volentieri perché amo farmi trovare pronto. In più zone del campo sai giocare più diventi completo e rendi prestigiosa la tua carriera”.

IL CAMPIONATO: “Juve Stabia e Trapani devono giocare ancora lo scontro diretto. Fino a un paio di settimane fa per le vespe sembrava fatta: ora hanno perso un po’ di terreno. Questo è il bello del calcio. Se il Catania vinceva a Reggio sarebbe risalito parecchio… Non so come finirà, non si può dire. Fatto sta che domenica i campani sfideranno, a domicilio, il Bisceglie: quello pugliese è un campaccio. Il problema è solo il loro non del Trapani. Nel complesso è un bel campionato”.

IL SOGNO: “Speriamo di compiere un miracolo come quello fatto dal Cosenza nella passata stagione. Non sarà facile ma ora pensiamo a blindare questo quinto posto che è diventato il nostro obiettivo e che ci permetterebbe di giocare due sfide play off al “Viviani” con due risultati su tre a disposizione. Vincere sul nostro campo è difficilissimo”.

Si ringraziano:

V. Francavilla: Donatiello, 'Con il Potenza in palio punti pesanti’
Serie C/C: Monopoli, incontro club-comune per lo stadio