TENNIS

Tennis: Fabbiano, ‘Ho scoperto che posso competere con i grandi’

Redazione
05.07.2018 18:55

“È stata la vittoria più importante della mia carriera". Così si esprime un raggiante Thomas Fabbiano nell'intervista post vittoria su Wawrinka, ottenuta tra ieri e oggi a Wimbledon, rilasciata al sito specializzato Ubitennis. "Stanotte mi sono riposato bene -  prosegue il sangiorgese -  e oggi ho fatto praticamente quello che avevo sognato di fare stanotte. Ho spinto il dritto, l’ho fatto giocare scomodo, ho tenuto alte le percentuali di servizio. Sono stato fortunato ieri con il nastro, oggi ho avuto coraggio, e credo di aver meritato. “Stavo bene, ero fresco di testa anche dopo gli errori come la volée nel tie-break di oggi. Non ho ancora visto il cellulare, ce ne saranno un po’ di messaggi. Spingere dal lato del rovescio per poi aprire dal lato del dritto è una mia tattica, la uso spesso". Ora sotto con il greco Tsitsipas: "Lo conosco, ci ho giocato il primo turno di qualificazioni al Roland Garros. Ma un terzo turno a Wimbledon è tutta un’altra cosa. Mi considero anche abbastanza amico, ci siamo allenati spesso, lui e il padre stanno facendo un grande lavoro, insieme a Shapovalov sono di gran lunga i migliori di quell’annata". Questa vittoria cancella tanti anni di sacrifici: "Negli ultimi 10 anni ho aggiunto un pezzettino ogni anno, certo avrei voluto fare prima, magari stare nei cento sei sette anni fa, ma ognuno matura con i suoi ritmi. La mia qualità? La voglia di scoprire ogni giorno qualcosa in più di me, la voglia di allenarmi. Oggi ho scoperto che posso vincere contro un signor giocatore che ha vinto tre Slam. Ci ero già andato vicino con Zverev in Australia, avevo avuto diversi set point, l’anno scorso con Querrey qui anche era stata lottata, ma avevo sempre portato a casa poco. Da settembre dell’anno scorso ho solo giocato a livello ATP,  per abituarmi a giocare con i più forti. Ora non penso più che un top-50 non me la posso giocare, so che posso fare partita pari, poi la cosa che conta è la convinzione di potercela fare. Va bene l’umiltà, ma bisogna anche crederci“.

Commenti

Taranto: Ufficiale, preso un attaccante classe 2000
Taranto: Mercato, ufficiale la firma di altri due under