Serie D

Brindisi: Capitan Marino dalla parte di Olivieri, ‘È uno di noi’

‘Non bisogna dimenticare che l’obiettivo stagionale è la salvezza. Ora però, pensiamo al Sorrento’

Alessio Petralla
01.11.2019 12:14


Il Brindisi vive un momento delicato e domenica proverà a riscattarsi in quel di Sorrento. Prima, però, un passo indietro per tornare alla sfida con il Bitonto: "Abbiamo affrontato una squadra forte con calciatori impressionanti come Patierno - commenta a Blunote Dino Marino, capitano dei biancazzurri -. È stata una brutta sconfitta, ma ci ha fatto più male l'assegnazione di un rigore inesistente. Siamo arrabbiati proprio per l’arbitraggio. Le sconfitte fanno parte del calcio, dobbiamo rialzarci subito”.

IL SORRENTO: “Vive un momento favorevole, giocheremo su un campo difficile e con avversario molto forte, per giunta allenato da un tecnico in gamba. Cercheremo di dare il massimo anche fuori casa”.

LE INSIDIE: “Sicuramente, il campo: in Campania si trovano ambienti sempre molto caldi. Speriamo che gli arbitri non si lascino condizionare. Noi, però, siamo il Brindisi e daremo tutto per la maglia e per i tifosi”.

LA CRISI: “Per uscire da questa mini crisi servono i risultati e il lavoro. Siamo consapevoli che stiamo attraversando un momento un po’ così ma l’obiettivo, però, era una salvezza tranquilla”.

LA GARA: “Tatticamente i rossoneri saranno subito aggressivi e cercheranno il gol nei primi minuti come ci proveremo anche noi. Sarà una bella battaglia”.

OLIVIERI: "Il gruppo unito, Olivieri ne è parte integrante quindi non esiste alcun problema. Solo con i risultati, possiamo lasciarci alle spalle questo periodo negativo: l'obiettivo stagionale è la salvezza e non va dimenticato. E comunque, queste decisioni spettano alla società. Bisogna anche dire che nelle ultime gare non siamo stati troppo fortunati con gli episodi".

Si ringraziano:

Rieti: Caneo a Blunote, 'Occhio alla solidità e compattezza della Virtus'
Pulsano: Un incontro pubblico per discutere sull’impianto di compostaggio