Taranto: Orchestra Magna Grecia, successo streaming per ‘Unlocking music’

Prossimo appuntamento, venerdì 16 aprile alle 19.00

Cultura, musica e spettacolo
15.04.2021 12:34

Prosegue con successo l’attività in streaming dell’Orchestra della Magna Grecia. “Unlocking music”, la rassegna promossa dall’ICO Magna Grecia con il patrocinio del Comune di Taranto e la Regione Puglia, MiBACT (Ministero della Cultura), in collaborazione con il Teatro comunale, in queste settimane di programmazione sta registrando grande interesse con migliaia di contatti. Dallo scorso 19 marzo, ogni martedì e venerdì alle 19.00, sulle pagine Facebook “OrchestraMagnaGrecia” e “TeatroComunaleFusco” vengono proposti eventi realizzati in location suggestive. Come sempre, i programmi musicali all’interno dei momenti-social con protagonista l’OMG con ensemble diversi, vengono eseguiti nel massimo rispetto delle norme anti-covid. Due gli appuntamenti settimanali, si diceva. Martedì scorso il pubblico ha potuto assistere ed ascoltare oltre ai grandi capolavori da Beethoven a Runswick eseguiti dagli ensemble dell’Orchestra della Magna Grecia, anche il Concerto in re maggiore “Estienne Roger 188” per tromba, archi e basso continuo di Giuseppe Torelli (1658-1709) e la suite dal balletto “La revue de cuisine” di Bohuslav Martinu (1890-1959). Venerdì 16 aprile alle 19.00, in  occasione del settimo appuntamento della rassegna, ensemble dell’OMG eseguiranno “Settimino in mi bemolle maggiore, op. 65” per tromba, quintetto d’archi e pianoforte di Camille Saint-Saens (1835-1921) e “Sinatra Shag” per violino solo e orchestra da camera di Michael Daugherty (1954). «In questa rassegna stiamo programmando momenti musicali selezionati con la massima attenzione ed eseguiti con nostri vari ensemble, con l’auspicio che a breve, con l’intera orchestra, l’attività possa essere quanto prima ripresa e riproposta questa volta alla presenza del pubblico», dichiara il maestro Piero Romano, direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia. «Nei momenti difficili, insegnano esperienza e necessità, occorre trovare nuove soluzioni, inventare, sperimentare: una sfida, quella da noi raccolta, affrontata e realizzata con un repertorio che non vediamo l’ora di eseguire quanto prima davanti a una platea piena di spettatori», il parere del maestro Maurizio Lomartire, responsabile artistico della rassegna “Unlocking Music”. La rassegna si avvale anche del sostegno e della collaborazione di Fondazione Puglia, Programma Sviluppo, Assessorato Industria turistica e culturale, Teatro Pubblico pugliese, Piiil-Cultura in Puglia. (Comunicato stampa)

Commenti

Musica: Premio Apulia Voice dal 23 al 25 luglio a Castellaneta Marina
Taranto: Melucci, ‘Disciplina, non compromettiamo l’estate’