TARANTO

Taranto: Montervino, ‘C’è meno scetticismo attorno a Giove’

Il ds su Tissone: ‘È carico, motivato, fisicamente a posto. Con lui alziamo l’asticella’

13.01.2021 18:45


Vincere aiuta. A far crescere l'autostima e la convinzione dello spogliatoio, a tranquillizzare i dirigenti, a riportare entusiasmo tra la gente. Prima dello stop forzato per il focolaio covid scoppiato in casa rossoblu, il Taranto aveva raggiunto la vetta della classifica in coabitazione con Casarano e Sorrento. Ora, con tre partite da recuperare (Fasano, Fidelis Andria e Portici), la squadra di Giuseppe Laterza deve fare bottino pieno per assicurarsi la prima posizione in solitaria e con un piccolo vantaggio (+2) sul Casarano. Per questo, i tifosi, anche se non tutto, hanno cominciato a crederci, ma senza troppe illusioni: ancora troppo fresche le ferite del passato per lasciarsi andare. Francesco Montervino, però, è convinto che qualcosa sia cambiato, specialmente attorno al presidente Massimo Giove: "Penso sia il primo a essere innamorato del Taranto - dichiara a Giornalerossoblu.ti -. In un momento particolare sta dimostrando di voler riportare il club dove gli compete. Probabilmente, in passato è stato impulsivo in certe circostanze ragionando di pancia, ma comincio a notare che gente e tifosi lo guardano con meno scetticismo. Questo non può che farmi piacere in quanto, a me personalmente, sta dando tante possibilità e supporto". L'acquisto di Fernando Tissone ha fatto parlare di Taranto e del Taranto a livello nazionale, e questo "non può che farmi piacere, soprattutto per i tifosi che meritano certe soddisfazioni. Con Tissone alziamo ulteriormente l’asticella, anche se la squadra sta andando bene. Lo abbiamo voluto fortemente perché ha caratteristiche funzionali al nostro progetto e avendo vestito maglie importanti in Serie A porta con sè un bel bagaglio di esperienza. L’ho trovato carico e motivato, mi ha impressionato la sua condizione fisica: è in perfetta forma nonostante non giochi da un po'. Non mi piace prendermi i meriti delle operazioni che concludo: in questo caso le conoscenze sono state determinanti, così come lo sforzo economico compiuto dal presidente Giove, che ringrazio per avermi concesso di portare a termine la trattativa. Per quanto riguarda il transfer credo che qualche giorno sarà sufficiente, il mio obiettivo e averlo a disposizione per la gara con il Molfetta". Covid permettendo, dopo tre rinvii consecutivi il Taranto dovrebbe tornare in campo domenica 24 gennaio proprio in occasione della sfida casalinga con il Molfetta: "Chi ha contratto il Covid pian piano comincia a star meglio, attendiamo l’esito dei tamponi in programma per questo fine settimana. Di più non posso dire, ma è chiaro che anche il rinvio del match con il Portici per noi era necessario".

D/H: Taranto-Real Aversa, presidente Pellegrino “Ricorreremo alla Procura Federale”
Covid: In calo nuovi positivi e morti a Taranto e provincia