ArtisticaMente: Il cartellone del Dipartimento SM ASL Taranto

Cultura, musica e spettacolo
22.07.2021 20:21

Proseguono le iniziative del cartellone “Artisticamente” messo a segno dal DSM dell’ASL di Taranto, nell’accogliente Chiostro di Via SS.  Annunziata, il cui nucleo più antico risale al 1663, voluto e organizzato dal Direttore del Dipartimento SM, la dott. sa Maria Nacci, a cui la stessa attribuisce  un significato importante – si tratta – ha confermato la Nacci – di un piccolo, ma importante segnale per la ripartenza della nostra Comunità. Un segnaledi speranza in più. Della stessa idea il Direttore generale Dell’ASL, Stefano Rossi –. E’ un modo questo ha detto Rossi – di favorire la riapertura in sicurezza dei luoghi della cultura e salvaguardare i posti di lavoro degli operatori attivi nel settore che anche in emergenza Covid non si sono mai fermati. Mercoledì 28 Luglio sarà la volta del quartetto di Jazz, condotto dal sassofonista  Fabrizio Galasso, accompagnato da Antonello Parisi al pianoforte, da Michele Colaci ai bassi, da Alex Semprevivo alle batterie e drums, dove possibile accedere per invito. La rassegna partita nei giorni scorsi  con “Prova d’attore2021” segna la ripresa  delle attività del Dipartimento di Salute Mentale in collaborazione con i Centri Diurni e le Associazione del territorio tarantino. Durante la “Prova d’attore” che ha visto coinvolti gli attori del Centro Diurno D’Enghien dalla Cooperativa Seriana 2000 diretti dalla regista maria Elena Leone del Teatro del Mare e gli attori del Centro Diurno Basaglia della Cooperativa Spazi Nuovi sono stati consegnati, dal Direttore Generale dell’AsL, Avv. Stefano Rossi, dal Direttore del Dipartimento di SaluteMentale dott.ssa Maria Nacci, dal Presidente dell'associazione la "Masseria", gli attestati di merito e di partecipazione per la  premiazione  del Premio Nazionale di Poesia Narrativa "Raffaele Carrieri”. Il Chiostro del DSM è poi sede per il mese di Luglio di due interessanti mostre a cura del Centro Diurno di Martina Franca (ente gestore Progetto Popolare), “Vite vissute”, che racconta l’esperienza teatrale nel Chiostro di sant’Agostino di Martina Franca, e del Centro Diurno di Massafra (Ente gestore Spazi Nuovi) “Racconti di Cotone”, poesia racconta attraverso  le stampe sulle magliette di cotone. Chi è Fabrizio Galasso Sassofonista tarantino classe 1982, figlio d'arte, sin da bambino grazie ai suoi genitori, e a contatto con svariati generi musicali (musica classica, jazz, reggae, rock). Invogliato da suo padre, Antonio,(sassofonista della scena Jonica) a 16 anni intraprende lo studio del sax, dopo poco si iscrive al Conservatorio Piccinni di Bari dove conseguira'il Diploma in sassofono classico. Negli anni matura esperienze didattiche in ambito classico e Jazz. Fabrizio frequenta stage, master class con: Federico Mondelci, Jean Marie Londeix, David Liebman, Pietro Tonolo, Robert Bonisolo, Enrico Rava, Achille Succi, Gianpaolo Casati, Maurizio, Eugenio Colombo, Giammarco, Fabio Morgera, Jd. Allen, Siena Jazz, Stage Internazionale del sassofono (Fermo), Festival Internazionale del Molise (Sax in the world). Ha studiato con il Maestro Rossano Emili, incredibile icona del sassofono jazz italiano e non solo.... Ha suonato con con Nico Morelli, Enzo Lanzo, Francesco Mariella, Roberto Ottaviano, Dario Di Lecce, Onofrio Paciulli, Fabio Delle Foglie, Francesco Agiuli, Ettore Carucci, Alessandro Napolitano, Luca Alemanno, Mimmo Campanale, Marcello Nisi, Antonio Nisi, Marco Sannini, Fabrizio Scarafile, Antonello Parisi. Durante gli anni di Conservatorio nasce un grande amore per il jazz che lo porterà a termine del diploma a vivere una full immersion nel jazz. E'infatti uno dei pochi ammessi a frequentare il corso jazz al Royal Conservatorium a Den Hag in Olanda. Qui studia sassofono con John Ruocco (noto sassofonista statunitense), Toon Roos, Rolf Delfos, jazz ensemble con Erik Ineke, Martin Van Hiterson, pianoforte jazz con Eric Gieben. Ha la possibilità di incontrare grandi musicisti jazz proveniente da ogni parte del mondo. Sempre in Olanda frequenta il Prince Claus conservatorium di Groningen, dove studia sassofono con Miguel Martinez e L'americano Don braden. Primo sax alto della big band del Prince Claus, collabora con musicisti americani di grande levatura nonché insegnanti presso la medesima scuola. Tra i quali Alex Spiagin, Don Braden, Robin Eubkans,David Berkman, Joris Teepe. A Groningen ha l'onore di poter suonare in jam session con Kurt Rosenwinkell, Ralph Peterson, Alex Spiagin. Si esibisce con la big band in vari festival jazz e teatri olandesi. Nel Febbraio 2011, prende parte al festival jazz Hfk jazzclud di Brema (Germania) col suo quintetto. Attualmente vive a Taranto, dove collabora in vari progetti con musicisti locali. La sua attività musicale è varia, include esperienze in musica jazz, pop, blues, house, lounge, classica.

Commenti

Taranto Jazz Festival: buona la prima, sold out per Fresu
Taranto: Mercato, il Lavello conferma Pablo Burzio