Teatro: ‘Persone naturali e strafottenti’ a Ceglie Messapica e Castellaneta

Cultura, musica e spettacolo
08.02.2022 17:39

“La rivincita di Patroni Griffi, quarant’anni dopo”: così il Corriere della Sera con Franco Cordelli ha salutato il ritorno in scena del nuovo e originalissimo allestimento di “Persone naturali e strafottenti”, l’opera più controversa e fra quelle di maggiore successo di Giuseppe Patroni Griffi. Marisa Laurito, accettata la sfida di dare voce e corpo al ruolo che fu di Pupella Maggio, segna il suo ritorno alla grande drammaturgia d’autore salendo sul palco insieme a Giancarlo Nicoletti, Giovanni Anzaldo e Livio Beshir. Quattro solitudini, un appartamento e una notte di Capodanno a Napoli. Quattro persone naturali e strafottenti, che, per un gioco del destino, divideranno la loro solitudine con quella degli altri, mentre fuori la città saluta il nuovo anno, fra accese discussioni, recriminazioni, desideri repressi, liti e violenze sessuali. Lo spettacolo sarà in scena mercoledì 9 febbraio a Ceglie Messapica per l’apertura della stagione di prosa del Comune in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e il giorno successivo, giovedì 10 febbraio al Teatro Valentino di Castellaneta per la stagione di prosa 2022 del Comune sempre in collaborazione con il Tpp. Info: www.teatropubblicopugliese.it (CS)

Proteggi la tua auto/moto 🚕 🏍 e risparmia fino al 65%
Tanti premi a ‘Marina Piccola Farm’, la soddisfazione di Cia Due Mari